ata
Economia & Fisco

Assegno unico figli 2022: a chi spetta

Da gennaio sarà disponibile l’assegno unico figli 2022. Un bonus economico riservato alle famiglie che costituisce una piccola svolta nel modo di concepire il welfare in Italia. Vediamo nel dettagli a chi spetta l’assegno unico e quali sono i requisiti per ottenerlo.

A chi spetta

L’assegno unico figli 2022 è stato istituito dal Consiglio dei ministri. Si tratta di un assegno mensile che le famiglie italiane con figli riceveranno direttamente sul conto corrente. E’ una misura pensata per dare un sostegno ai nuclei familiari e sarà rapportato alla condizione economica del nucleo. I parametri per scoprire l’importo cui si ha diritto si basano sull’indicatore della situazione economica equivalente (Isee).

L’assegno è pensato per i nuclei familiari con figli a carico. Per ogni figlio minorenne, a partire dal settimo mese di gravidanza, si ha diritto a una cifra mensile parametrata al reddito familiare. Ma l’importo sarà erogabile anche nei confronti di chi ha un figlio maggiorenne a carico, fino al compimento dei 21 anni di età. Qui però i parametri si fanno più stringenti: infatti il figlio maggiorenne a carico deve frequentare un corso di formazione scolastica o professionale, ovvero un corso di laurea o svolga un tirocinio ovvero un’attività lavorativa con un reddito complessivo inferiore a 8.000 euro. In alternativa, deve essere registrato come disoccupato e in cerca di un lavoro presso i servizi pubblici per l’impiego o svolga il servizio civile universale.

Fasce di reddito

Secondo le stime, si calcola che circa la metà delle famiglie italiane, che hanno un reddito entro i 15.000 euro, riceveranno 175 euro mensili per il primo e secondo figlio e 260 dal terzo in poi. L’assegno potrà essere di un importo ancora superiore nel caso in cui nel nucleo familiare ci sia un figlio minorenne con disabilità. Nella fattispecie rientra anche ciascun figlio maggiorenne con disabilità fino al ventunesimo anno di età, per le madri di età inferiore a 21 anni, per i nuclei familiari con quattro o più figli. L’assegno è riconosciuto senza limiti di età per ciascun figlio con disabilità.

Quando e come fare domanda

Per ottenere l’assegno familiare bisognerà attendere l’anno prossimo, per l’esattezza il 1° gennaio. Non cambia la modalità di presentazione: bisogna sempre utilizzare la modalità telematica tramite il sito dell’Inps. In alternativa, ci si può rivolgere ai patronati. Chi già percepisce Reddito di cittadinanza, vedrà erogato l’assegno unico e universale insieme al Reddito di cittadinanza, esclusa la quota prevista per i figli minori.

Il pagamento avverrà tramite bonifico. Per presentare domanda ci sarà tempo fino a giugno 2022. Entro quella data, si avrà diritto al pagamento anche degli assegni da marzo 2022.

Leggi anche: Bonus natalizio 2021: come richiederlo, a chi spetta, domanda online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *