Concorso ordinario scuola: tutte le novità, 24 Cfu, posti disponibili, le date
Scuola

Concorso ordinario scuola: tutte le novità, 24 Cfu, posti disponibili, le date

E’ imminente la pubblicazione del nuovo bando per il concorso ordinario scuola, uno dei più attesi dai candidati e che potrebbe costituire in ogni caso uno spartiacque sul tema del diventare insegnanti. Potrebbe essere infatti uno degli ultimi concorsi con determinate caratteristiche, in virtù della necessità di mantenere inalterato, per quanto possibile, un bando già pubblicato oltre un anno fa e per il quale le iscrizioni sono già chiuse.

All’orizzonte importanti novità

O potrebbe essere paradossalmente il primo con le nuove linee guida volute dal Governo: a cominciare dall’abolizione della prova preselettiva, per proseguire con la cancellazione del requisito dei 24 Cfu. In generale il ministro Bianchi ha parlato di riforma della scuola per quel che concerne la possibilità di introdurre lauree abilitanti per l’insegnamento, e dando più spazio al valore del tirocinio, in modo da avere professionisti già pronti una volta che arriva l’immissione in ruolo. In ogni caso, se il Governo rispetterò gli impegni, entro fine anno ci saranno le prime prove scritte per i concorsi in programma, in primis il concorso ordinario scuola. Il fatto che gli Usr abbiano dato notizia della predisposizione del censimento delle aule informatiche per lo svolgimento della prova scritta è la conferma indiretta che dietro le quinte qualcosa si sta muovendo.

Cancellata la prova preselettiva

Come detto il decreto sostegni bis, nell’ottica delle semplificazioni dei concorsi pubblici, ha eliminato la prova preselettiva. Questo significa che la procedura del concorso ordinario per la scuola secondaria prevede un’unica prova scritta con più quesiti a risposta multipla, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato sulla disciplina della classe di concorso o tipologia di posto per la quale partecipa, nonché sull’informatica e sulla lingua inglese. Non verranno pubblicati prima i quesiti. La prova è valutata al massimo 100 punti ed è superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.

Leggi anche: Concorso scuola 2022, ordinario: servono i 24 Cfu, date, prove

In palio 25mila posti

Ci sarà poi la prova orale, cui seguirà la valutazione dei titoli, la formazione della graduatoria sulla base delle valutazioni di cui alle lettere a) b) e c), nel limite dei posti messi a concorso. Il Concorso ordinario scuola è stato già bandito a livello nazionale e organizzato su base regionale per la copertura di 25.000 posti comuni e di sostegno autorizzati nella scuola secondaria di primo e secondo grado. Il numero potrebbe

Il superamento di tutte le prove concorsuali, mediante il conseguimento dei punteggi minimi costituisce abilitazione all’insegnamento per le medesime classi di concorso. Nelle prossime settimane si aspettano novità sulle date: se si intende davvero avviare il concorso entro la fine del 2021, non ci sono più troppi margini di manovra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *