Concorso straordinario 2021: scopri se hai i requisiti per partecipare
Graduatorie di Istituto

Supplenze Gps: chi ha avuto spezzone ora ha un importante vantaggio

Nel ginepraio delle norme che regolano l’assegnazione delle Supplenze docenti si rischia di perdersi. Si è perso l’algoritmo, protagonista di numerosi errori, alcuni dei quali macroscopici, figurarsi se non si possono perdere gli aspiranti che hanno provato a compilare al meglio la domanda telematica, sperando di selezionare tutte le opzioni migliori possibili per ottimizzare le opportunità di chiamata ideale per le proprie esigenze.

Il caso dello spezzone

Un caso particolare che merita approfondimento riguarda chi ha avuto l’assegnazione dello spezzone, una delle tipologie di supplenza che ha maggiormente tolto il sonno in quanto a cavilli burocratici. Molti candidati, mediante la procedura informatizzata, hanno ottenuto l’attribuzione di uno spezzone inferiore alle proprie richieste. Questi docenti si chiedono se possono sperare di ottenere il diritto al completamento orario, e cosa accade in caso di nuove disponibilità.

La buona notizia è che coloro i quali hanno ottenuto una prima nomina sotto forma di uno spezzone, mantengono il diritto al completamento di orario. Questo significa che questi docenti possono prendere parte alle fasi successive di nomina, quando vengono individuate nuove disponibilità da assegnare. Non solo: questi docenti godono di precedenza nel successivo scorrimento delle graduatorie.

Come funzionano le convocazioni

Questo perchè chi ha avuto uno spezzone, al contrario di chi ha ricevuto l’incarico completo, resta in graduatoria. Dunque nel turno successivo resta in lizza per la prosecuzione delle assegnazioni. Per coprire i posti ancora vacanti, infatti, il primo passo è proprio quello di andare a individuare i docenti che hanno la possibilità di usufruire del completamento orario. I docenti nominati su spezzone in posizione successiva all’ultimo nominato su cattedra, hanno il diritto di beneficiare del completamento orario con priorità rispetto agli altri.

Le segreterie dunque, se devono procedere a convocare docenti che possono completare l’orario, devono cercare, nella classe di concorso di interesse, tutti coloro i quali hanno diritto al completamento. In altre parole, coloro i quali sono stati nominati su spezzone e che si trovano in posizione successiva all’ultimo aspirante nominato su posto intero.

Occhio alla domanda

Per essere convocati, è necessario aver indicato fra le preferenze la scuola che sta provvedendo alla seconda convocazione. Fondamentale dunque per la regolarità delle convocazioni che le scuole garantiscano il completamento orario a tutti gli aventi diritto. Se non ci sono candidati con queste caratteristiche, bisogna convocare i docenti in posizione successiva all’ultimo nominato su cattedra. Una buona notizia dunque per tutti coloro i quali, avendo ricevuto solo uno spezzone, solo in attesa di poter beneficiare di altri incarichi che sono pronti ad accettare.

One thought on “Supplenze Gps: chi ha avuto spezzone ora ha un importante vantaggio

  1. Buongiorno, secondo quanto leggo in questo articolo, e cioè “tutti coloro i quali hanno diritto al completamento. In altre parole, coloro i quali sono stati nominati su spezzone e che si trovano in posizione successiva all’ultimo aspirante nominato su posto intero”, NON ha diritto al completamento chi, pur avendo selezionato le caselle “completamento” non ha ottenuto un SECONDO spezzone, magari perchè, per esempio, non ve ne erano più e poi altri candidati, in posizione successiva alla propria hanno ottenuto cattedre. E’ così veramente? Ma non ha senso questa cosa perchè chi ha effettuato una simile scelta (spezzone con completamento) e non fosse l’ultimo della graduatoria verrebbe equiparato a chi avesse barrato solo la casella spezzone senza chiedere il completamento, e questi sì che non avrebbe diritto a completare. Io credo invece che il diritto al completamento debba averlo chi ha barrato la casella “completamento” indipendentemente dalla posizione occupata nelle nomine. Supponiamo che il primo aspirante alle nomine abbia barrato le tre opzioni (cattedre al 31/08, al 30/06 e spezzoni con completamento) nella prima scuola scelta e che in questa scuola vi sia solo uno spezzone, l’algoritmo glielo assegna, ovviamente, quindi perde il diritto al completamento se nelle disponibilità ulteriori non vi sono altri spezzoni? Essendo il primo in graduatoria non potrà certamente essere “l’ultimo nominato su spezzone”, quindi non avrebbe diritto al completamento, pur avendolo chiesto. E’ assurdo tutto ciò, oltre a non avere senso l’esistenza di quella casella “completamento”, è evidente che non conviene selezionare “spezzoni” se non si è ULTIMI in graduatoria GPS e si desidera l’orario completo su cattedra. Ditemi dove sbaglio nel pensare questo, grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *