Supplenze Covid: disponibili i contratti in attesa della proroga a giugno 2022
Ata

Personale Ata: servono subito 16 mila supplenti, chi può essere convocato

Nonostante sia già stato completato l’iter relativo alle immissioni in ruolo del personale ATA relativamente all’anno scolastico appena iniziato, potrebbero risultare vacanti ancora migliaia di posti, quindi disponibili, rispetto al numero indicato inizialmente dal ministero per le assunzioni. Per quest’anno i posti vacanti e disponibili totali erano di 26.653 unità, cifra che si ottiene dal computo totale dei vari profili. Questa la suddivisione: DSGA: 2.172, Assistenti amministrativi: 5.755, Assistenti tecnici: 3.494, Collaboratori scolastici: 14.835, Addetti alle aziende agrarie: 117, Guardarobieri: 112, Cuochi: 137, Infermieri: 31.

Immissioni in ruolo ATA già autorizzate

Le immissioni in ruolo sono state molto meno però, considerato che sono state autorizzate ed effettuate soltanto 12.193 assunzioni per coprire parte delle caselle mancanti. E non sono state nemmeno effettuate tutte le immissioni in ruolo autorizzate, considerate che all’appello ne mancano 1.464 posti rimasti vacanti dalle assunzioni. Che aggiunti a quelli autorizzati, ossia 14.460, fanno arrivare l’ammanco di personale Ata nelle scuole italiane a 15.924. L’unica strada è quella di ricorrere per questi posti alle supplenze sino al 31 agosto 2022.

Chi può essere convocato

Le supplenze avverranno con nomine da prima e seconda fascia, e sono autorizzate dagli uffici scolastici. Alla fine di queste operazioni, se dovesse esserci ancora necessità di supplenti, si passerà allo scorrimento delle graduatorie di terza fascia. Non vanno considerate unicamente le supplenze al 31 agosto. Bisogna infatti mettere in conto anche le supplenze al 30 giugno e le supplenze temporanee, comprese quelle in organico Covid con termine al 30 dicembre 2021. Il che fa salire ulteriormente il numero di supplenti necessari per coprire i posti del Personale Ata senza un titolare.

Il valzer delle supplenze

Queste le assunzioni effettuate per i rispettivi profili: DSGA: 948, Assistenti amministrativi: 2.280, Assistenti tecnici: 1.824, Collaboratori scolastici: 7.116, Addetti alle aziende agrarie: 1, Guardarobieri: 13, Cuochi: 9, Infermieri: 2. Dunque nelle prossime settimane inizierà il valzer delle ulteriori convocazioni per le supplenze del personale Ata. Alcune di queste supplenze saranno relative ai posti scoperti, e dunque daranno la certezza a chi verrà convocato dei tempi per cui sarà necessaria la sua presenza. Diverso invece il discorso per l’organico Covid, i cui tempi sono sempre molto incerti e che porta in molti a rinunciare, proprio per restare in attesa di una convocazione per un posto che dia maggiori garanzie a livello temporale.

Dsga

Inoltre per ruoli di Dsga ci sono ancora alcune domande aperte. I posti vacanti derivano dai pensionamenti e dalle operazioni di mobilità. Al momento in alcune province ci sono ancora delle caselle vacanti.

4 commenti su “Personale Ata: servono subito 16 mila supplenti, chi può essere convocato

  1. Deve essere chiamato chi ha fatto regolate domanda e chi di trova nelle graduatorie e soprattutto chi ha i titoli .non comunismo chi ha la 3 media e scavalchiamo chi è diplomato oppure laureato

  2. C’è un sistema tutto sbagliato è ridicolo che una persona neodiplomati superi un’ altra che è in graduatoria da più di 20 anni solo perché ha preso un voto più alto agli esami di maturità. Bisogna fare due graduatorie differenti andando ad assorbire quelle più vecchie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *