Green Pass scuola: per i docenti trattamento diverso rispetto ai dipendenti pubblici
Scuola

Il Green Pass scuola genitori finisce in tribunale: atto illegittimo e discriminante

Sta suscitando moltissime polemiche l’introduzione del Green Pass scuola obbligatorio anche per i genitori, nel caso in cui abbiano necessità di entrare a scuola negli istituti frequentati dai figli. L’estensione del Green Pass procede spedito nelle intenzioni del Governo, preludio o alternativa all’obbligo vaccinale.

I casi delicati

Dunque bisognerà esibire il Green Pass, da lunedì, per poter entrare a scuola. Sarà un obbligo a carico dei familiari dell’alunno, indispensabile ad esempio per i colloqui scuola-famiglia, per portare un quaderno o un libro dimenticato o anche per una giustificazione. Per i ragazzi un po’ più grandi, il problema potrebbe essere limitato. Ad esempio se un ragazzo non si sente bene e vuole tornare a casa, il genitore può aspettare fuori. Ma cosa succede se, ad esempio di inverno la porta della scuola è chiusa? Il genitore dovrà urlare per farsi aprire da un bidello o dal custode? Il problema diventa ancora più delicato nel caso in cui parliamo del genitore di un bimbo piccolo, che non sta bene o che magari ha bisogno di essere cambiato.

Atto illegittimo e discriminante

Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “si sta realizzando un’operazione a senso unico contro una piccola parte di chi frequenta le scuole. Gli stessi dipendenti rappresentano numericamente un decimo della popolazione scolastica, ma da parte di chi guida il Paese e la Scuola si continua a sostenere che con la loro vaccinazione le lezioni si svolgeranno in sicurezza. Noi ci permettiamo di dissentire. E di proseguire la nostra battaglia di civiltà, rivolgendoci al tribunale, perché siamo convinti che impedire l’accesso a un pubblico ufficio poiché sprovvisto della certificazione verde rappresenta un atto illegittimo e discriminante. Siamo arrivati al punto che a un genitore che deve permanere in una scuola pochi minuti viene impedito di entrare, rischiando anche di essere multato di 1.000 euro, mentre il figlio, magari maggiorenne, può stare tranquillamente anche per sei-sette o più ore consecutive in classe fianco a fianco ai compagni di classi, senza quel certificato, nemmeno più a un metro di distanziamento. Per noi la strada del ricorso, anche stavolta, è inevitabile”.

Le scuole coinvolte

I genitori dunque, al momento, saranno obbligati al Green Pass in caso di necessità di accesso all’istituto dei figli. Nel provvedimento sono incluse le strutture in cui si svolgono i corsi serali, i centri per l’istruzione degli adulti, i servizi educativi per l’infanzia, i sistemi regionali di istruzione e Formazione Tecnica Superiore e degli Istituti Tecnico Superiori e il sistema della formazione superiore. Problema che riguarderà anche e soprattutto i genitori degli alunni disabili, la cui situazione avrebbe certamente meritato un’attenzione particolare e degli obblighi inferiori.

20 commenti su “Il Green Pass scuola genitori finisce in tribunale: atto illegittimo e discriminante

  1. A. I genitori degli alunni disabili sono vaccinati da mesi perché non vogliono uccidere i loro figli.
    B. I ragazzi si DEVONO vaccinare e lo stanno facendo, lezione di responsabilità e civiltà che molti cinquantenni farebbero bene a imparare.
    C. Hanno inventato i citofoni, non è necessario URLARE fuori dal portone che, per inciso, è comunque sempre chiuso per ovvi motivi di sicurezza.
    D. Smettete di remare contro il piano vaccinale, perché è l’unico strumento per uscire dall’emergenza. Oppure andate a vivere su un’isola deserta a contagiarvi in allegria.

    1. vaccinatevi il cervello , ma come si fa a credere ad un vaccino che e’ arrivato in italia scortato a meno 80 gradi ed ora lo inoculano anche al mare a +40, veramente si e’ schiavi. andate fuori dal pianeta terrestre pecore, e come dicono in tv siete davvero un bel gregge.

    2. a) non è vero assolutamente, ci sono parecchi genitori che non si sono vaccinati e miracolo? i loro figli sono vivi.
      b) i ragazzi NON devono vaccinarsi , ma hanno il libero arbitrio , anche se tu preferiresti una dittatura, molti hanno contratto miocarditi e pericarditi , ignorarlo è incivile.
      c) concordo al 100%
      d) si rema contro il green pass non la campagna vaccinale, unico paese al mondo ad averlo per il lavoro , come mai non viene proibita la sigaretta che è causa acclarata di svariati tumori? la salute li non conta?

    3. La signora Chiara qui sopra é l’ennesima fanatica del vaccino, convinta che le garantisca l’immunità e la superiorità morale, nonché collaborazionista e sostenitore di abusi e norme liberticide incostituzionali. No carissima, i ragazzi NON SI DEVONO vaccinare perché non sono categorie a rischio. Qui l’unica cosa a rischio é la libertà, grazie ai soggetti come lei che a quanto pare sarebbero d’accordo con la deportazione dei pericolosissimi “non vaccinati” su isole deserte per farli contagiare e morire fra di loro (come vi piace tanto dire). Se ha ancora un briciolo di coscienza si vergogni. Saluti.

    4. ognuno è libero di pensare ed agire come crede sia meglio per se stessi e suoi famigliare, lei smette di remare contro chi non lo vuole il vaccino, perché a noi se vi siete vaccinate non ci importa niente, fatte la stessa cosa per chi non lo vuole. E si informa sulla contagiosità dei vaccinati prima di scrivere delle cavolate, butta via anche il suo televisore che li ha annebbiato il cervello.

    5. La vaccinazione non è obbligatoria perché altrimenti dovrebbero istituire un fondo di risarcimento x i danni collaterali quindi hanno istituito il green pass x indurre alla vaccinazione. Chi ancora non ha capito questo semplice fatto è complice di un sistema che non vuole prendersi le proprie responsabilità. Infatti in parlamento il lasciapassare non è obbligatorio mentre a scuola si. Ma un piccolo dubbio non vi viene???

    6. A. I genitori deglli alunni disabili hanno vaccinato i figli perché ignoranti. Hanno inondato il corpo dei loro figli con una terapia genica sperimentale che insegna ai loro corpi a produrre in maniera incontrollata una tossina, la proteina Spike, libera di aggredire l’endotelio vascolare e di causare coaguli di sangue che possono causare (e causano in migliaia di giovani): miocarditi/pericarditi (fatali entro 5 anni nel 60% dei casi), ictus, trombosi, paralisi di Bell, sindrome di Guillaine-Barrè, insufficienza polmonare, insufficienza renale, sterilità, ADE (iperimmunizzazione e intensificazione virale anticorpo mediata, fatale entro 24/48 ore)… questo solo nel breve periodo. Sul lungo non esistono studi. Il tasso di mortalità nei giovani vaccinati, in Israele, è aumentato del 25-35% rispetto ai non vaccinati e agli anni pre inoculo. La farmaco vigilanza passiva di queste schifezze certifica in Europa 24.000 decessi e 2 milioni di rezioni avverse irreversibili. Dati sottostimati di 100 volte rispetto alla vigilanza attiva (che nemmeno viene fatta).
      B. I ragazzi non hanno nulla da temere dal Sars CoV 2 come dimostrato da 2 anni di studi clinici. I rischi di una reazione avversa nel breve, medio e lungo periodo da inoculo, sono quindi enormemente a svantaggio della sommistrazione genica e quindi INACCETTABILI. I sieri genici NON interrompono la catena dei contagi e gli inoculati, a qualsiasi fascia di età appartengano, possono contagiarsi e contagiare (senza alcun controllo!) il prossimo, con una carica virale IDENTICA a quella dei non vaccinati non ancora immuni naturali.
      C. Concordo, non serve urlare. Basta sporgere querela verso i dirigenti scolastici per sottrazione di minore. Reato previsto e punito dall’articolo 574 del Codice Penale, con una pena detentiva da 1 a 3 anni. Costituzione e Codice Penale e Civile, nonostante questa dittatura, permangono in vigore (per fortuna).
      D. Smettere di caldeggiare un piano dittatoriale di schiavitù illegittimo, in assenza di qualsivoglia giustificazione di ordine sanitario, perché l’unico strumento per uscire dall’emergenza è spegnere la tele, ristabilire la legalità, prevenire le infezioni dei deboli tramite assunzione di vitamina C, D e K2, e somministrare ai primi sintomi dei pochi deboli (lo 0,2% dei contagiati) farmaci dal costo di 5 euro la confezione in uso da 40 anni e senza controindicazioni (quelli vietati e osteggiati dal Ministero della (non) Salute, e sostituiti con tachipirina (che distrugge il glutatione) e attesa di crepare, voluti per creare dal nulla una emergenza sanitaria che altrimenti non ci sarebbe mai stata).

  2. Ciao a tutti! Rispondo tranquillamente al concetto di immunità di pecore ((gregge)! Non si raggiungerà MAI perché i VACCINI (sperimentali) non proteggono dal contagio neppure se fossimo tutti quanti vaccinati! Cara Chiara! E io lo sono! E mi proteggo comunque è sempre con mascherina e santificazione delle mani!!! Il Green Pass non ti protegge se non ti proteggi tu!!!!

  3. Ciao a tutti! Rispondo tranquillamente al concetto di immunità di pecore ((gregge)! Non si raggiungerà MAI perché i VACCINI (sperimentali) non proteggono dal contagio neppure se fossimo tutti quanti vaccinati! Cara Chiara! E io lo sono! E mi proteggo comunque è sempre con mascherina e santificazione delle mani!!! Il Green Pass non ti protegge se non ti proteggi tu!!!!

  4. Italiani contro italiani, paure – del covid) contro paure (del vaccino) ed in mezzo il solito dispensatore di verità assolute.Gli stupidi sapienti saranno l’unica certezza di questa brutta storia.

  5. Vorrei rispondere a chi ha commentato più sopra di avere più rispetto per le legittime scelte altrui. Beati loro che sono i detentori della verità assoluta…!!! Farebbero meglio a rimanere col cervello aperto ed essere più umili. Dovremmo piuttosto tutti pretendere le cure che già ci sono. Inoltre, se i genitori dei disabili sono già vaccinati, che bisogno c’è del greenpass? Spocchiosi, anche i vaccinati sono ugualmente infettivi.

  6. Spero che prima o poi andranno tutti in galera…questa è pura dittatura io se dovrò andare per qualche motivo a scuola di mio figlio e nn mi faranno entrare ci andrò con carabinieri…nn è legge nn è obbligo siete solo una banda di criminali

  7. Dire che la pseudo vaccinazione da garanzie è falso, obbligare le persone è incostituzionale, anche perché non c’è giustificazione scientifica….i dati ufficiali dai Paesi come Israele parlano chiaro, anche sugli effetti collaterali avversi già verificati

  8. Ognuno ha libertà di scegliere istruzione, lavoro, le cure. Io la mia scelta ho fatto niente il vaccino esperimentale ne a me e nemmeno al mio figlio di 14 anni autistico. Perché il vaccino sta ancora in sperimentazione. Nessuno può garantire cosa succederà fra 6 mesi e fra un anno dopo essere vaccinato.

  9. Il tuo commento è un insieme di ignoranza, arroganza e razzismo. Nessuno ucciderebbe i propri figli, ma forse tu non sei mamma e se lo sei non hai senso materno. Per il resto inutile discutere, chi ha già emesso una sentenza perche’ pensa di sapere tutto, ha già una soluzione ma solo per se stesso.. ricordati che non è con le prese di posizione e con le guerre che si arriva a risolvere i problemi, ma con pazienza, collaborazione e rispetto..delle idee e dei sentimenti dell’ altro. Il resto restano sterili inutili chiacchiere da social.

  10. Green pass è incostituzionale umiliante ricattatorio razzista ghettizzante escludente discriminatorio per tutti va eliminato del tutto

  11. Si è capito come andrà avanti: una punturina ogni tot mesi e in cambio avrai la libertà. Vorrei sapere realmente cosa cavolo stanno sperimentando…Alcune categorie avranno l’obbligo(chi non si fa la dose non lavora, niente soldi, muori fo fame) e gli altri punturina —-》lascia passare

  12. Risposta alla signora Chiara: la soluzione ci sarebbe. Basterebbe che lei, e chi la pensa come lei, chiedesse asilo alla Corea del nord o alla Cina, sicuramente ci si troverebbe bene ad essere servile e sottomessa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *