Graduatorie Gps e supplenze

Errori punteggio Gps cosa fare: ripubblicazione delle graduatorie corrette, dopo aver sanato le posizioni di tutti gli interessati che proporranno reclamo

Il tema dell’ingente quantitativo di errori nel punteggio Gps che i candidati stanno riscontrando in queste giornate in cui si sovrappongono le pubblicazioni delle graduatorie e la presentazione delle istanze per l’informatizzazione nomine supplenze tiene sempre più banco e preoccupa i diretti interessati e i sindacati.

Segnalazioni destinate ad aumentare

Man mano che le segnalazioni di errori continuano ad arrivare la preoccupazione cresce. Il numero è già significativo, e la sensazione è che si tratta di un quantitativo inevitabilmente destinato ad aumentare anche nei prossimo giorni.

La pubblicazione delle Graduatorie provinciali per le supplenze sui siti degli Atp territoriali, d’altra parte, non poteva certo far sperare in una percentuale di errori irrisoria. Forse però nessuna si aspettava questo quantitativo, anche alla luce del fatto che quest’anno il ministero aveva optato per una scadenza anticipata della presentazione delle domande da parte dei candidati, proprio per consentire agli uffici scolastici di lavorare con più calma e scongiurare il rischio di imprecisioni.

Gli errori di punteggio in positivo

E invece in questo inizio di agosto, in cui è stata già avviata la procedura di presentazione di domande su Istanze Online, la situazione si fa sempre più tesa in virtù di molti docenti che continuano a segnalare errori di valutazione di servizi, punteggi, posizioni in graduatoria o immotivate esclusioni. Errori che, lo ricordiamo, potrebbero verificarsi anche in positivo, attribuendo un punteggio maggiore del dovuto. Vantaggio che potrebbe consentire di ottenere una supplenza che poi però inevitabilmente verrà revocata. Ragion per cui si suggerisce di segnalare anche gli errori a proprio vantaggio.

Ripubblicazione delle graduatorie

Restano dunque delusi docenti e sindacati che attendevano una semplificazione delle procedure che invece non è arrivata, complicando questa estate dei precari della scuola che pagheranno con la mancata assegnazione delle supplenze.

Per questo sarebbe indispensabile la ripubblicazione delle Gps corrette, dopo aver sanato le posizioni di tutti gli interessati che proporranno reclamo. In questo modo sarà possibile ripristinare la legittima collocazione in graduatoria. L’alternativa può essere solo un massiccio numero di ricorsi e contenziosi da affrontare.