Graduatorie Gps e supplenze, Scuola

Istanze online scelta scuole: procedura 150 sedi partita con cinque ore di ritardo, il ministero potrebbe far slittare la chiusura delle operazioni prevista per il 16 agosto

Con ritardo, ma alla fine ha preso il via la finestra temporale per l’invio su Istanze Online delle domande tramite piattaforma telematica per le supplenze da Gae e Gps. Qualche problemino c’è stato in avvio, considerato che le operazioni, previste per le 9 del 2 agosto, sono invece state avviate soltanto in tarda mattinata, per la precisione alle 14,30.

Slitta anche la chiusura delle operazioni?

Un ritardo di cinque ore che a questo punto potrebbe comportare uno slittamento anche della chiusura delle operazioni, previste per il 16 agosto. Questo quello almeno che verrà richiesto per far sì che il lasso di tempo preventivato venga rispettato.

In ogni caso la falsa partenza poi è stata rimandata con orario poi rispettato, e infatti dalle 14,30 circa le funzioni sono attive: i candidati possono compilare le domande per la selezione delle 15 sedi tra scelte sintetiche o analitiche.

Come accedere

Per compilare l’istanza, è necessario accedere alla propria area riservata su Istanze Online, per poi perfezionare la domanda. Per le supplenze da Gae e GPS bisogna selezionare la funzione Espressione preferenze supplenze annuali/fino al termine delle attività didattiche, che consentirà di accedere a una pagina dove è possibile scegliere tra scuola, comune e distretto.

Per accedere alla propria area riservata è necessario disporre delle credenziali del Sistema pubblico di identità digitale (SPID) o di quelle della Carta di Identità Elettronica (CIE), oltre naturalmente a essere abilitati al servizio Istanze Online (POLIS).

Posti di sostegno vacanti e disponibili

La procedura consente di partecipare all’attribuzione degli incarichi a tempo determinato per la copertura dei posti di sostegno vacanti e disponibili, residuati dopo le ordinarie operazioni di immissione in ruolo, destinati ai docenti in possesso dei requisiti richiesti.

L’assegnazione dell’incarico a tempo determinato è finalizzato – previo svolgimento del percorso annuale di formazione iniziale e prova e superamento della prova disciplinare all’immissione in ruolo con decorrenza giuridica dal 1° settembre 2022 o, se successiva, dalla data di inizio del servizio.

Supplenze annuali o temporanee

La procedura serve anche ad assegnare gli incarichi a tempo determinato per lo svolgimento di supplenze annuali o supplenze temporanee sino al termine delle attività didattiche.

Chi non presenta l’istanza dichiara tacitamente la volontà di rinunciare alla procedura. Stesso discorso per le sedi.