Graduatorie Gps e supplenze, Scuola

Istanza informatizzazione nomine supplenze: istanze online non funziona, parte con ritardo l’apertura della piattaforma per le supplenze da Gae e Gps

Inizia con un ritardo nell’attivazione della piattaforma su Istanze Online la finestra temporale per la presentazione delle domande relative a supplenze Gps e Gae. Il tutto si lega a doppio filo alla pubblicazione delle graduatorie provinciali per le supplenze, GPS, e graduatorie di istituto, che consentono di conoscere le disponibilità e di procedere dunque con cognizione di causa alle proprie scelte.

Le tempistiche del ministero

Contestualmente alla pubblicazione delle graduatorie, inevitabilmente si verifica il riscontro di errori di vario tipo da parte dei diretti interessati. Chi vuole presentare reclamo nel caso in cui ritenga di essere stato oggetto di un errore, deve rispettare le tempistiche indicate dal ministero.

Molti Uffici Scolastici hanno già pubblicato elenchi di esclusi dall’inserimento nelle GPS. Una procedura che agevola la verifica di eventuali errori o imprecisioni.

I principali motivi di esclusione riguardano coloro i quali dichiarano precedente inserimento, pur non essendo effettivo. Altri candidati hanno presentato laurea o diploma + 24 CFU come titolo per inserimento in prima fascia, pur non essendo valido.

Le cause di esclusione

In altri casi, l’esclusione dipende dall’assenza di titoli congiunti, ovvero aspiranti che hanno richiesto di inserirsi in classi di concorso per le quali sono richiesti titoli congiunti ma non li hanno prodotti.

Il lavoro per ottimizzare gli elenchi pubblicati sarà ancora lungo dal momento che secondo Orizzonte scuola sono numerose le segnalazioni di errori riscontrati dai diretti interessati negli elenchi. Alcuni errori riguardano la presenza di aspiranti della prima fascia GPS che non hanno sciolto la riserva entro il 21 luglio. Ma non solo: ci sono anche errori nei punteggi, oltre a mancate prese in carico di errori delle GPS 2020.

Primi problemi con la piattaforma online

Intanto c’è da capire quando verrà risolta la problematica più urgente, quella relativa all’attivazione della piattaforma online per la presentazione delle domande. I sindacati erano già stati critici nei confronti del ministero per le tempistiche scelte, soprattutto per quel che riguarda la chiusura della procedura prevista per il weekend di ferragosto. Il ritardo di questa mattina porterà sicuramente i sindacati a chiedere un rinvio ulteriore.