Graduatorie Ata 24 mesi 2022: come funziona il cambio di provincia
Graduatorie di Istituto

Supplenze Gps 2021: precari reggono la scuola ma l’algoritmo li beffa

I docenti precari sono un esercito che non accenna a diminuire: un contingente formato da circa 250mila docenti che costituiscono di fatto la spina dorsale della scuola italiana, considerato che sono chiamati ogni anno a sostituire con le supplenze Gps ogni anno colleghi che lasciano cattedre vacanti fino al 31 agosto oppure fino al 30 giugno. Supplenti utili anche a sostituire i docenti di ruolo che si ammalano o chiedono congedi per vari motivi.

Una percentuale enorme: circa il 30% di tutti i docenti, senza i quali di fatto l’anno scolastico non si potrebbe svolgere e la scuola italiana sarebbe paralizzata.

Supplenze Gps 2021: la beffa dell’algoritmo

Precari che quest’anno, in molti casi, oltre al danno costituito dalla loro condizione, hanno dovuto subire anche la beffa di un algoritmo che ha lasciato molti di loro a casa, nonostante occupassero posizioni in graduatoria migliori di molti colleghi che li hanno superati in scioltezza. Dei difetti dell’algoritmo si è parlato molte volte, ma non è la sola causa di tutti i mali. I problemi sono da ricercare anche nel ritardo con cui sono state rese note le disponibilità e nella difficoltà di comprendere esattamente le modalità con cui compilare le domande.

I problemi principali dell’algoritmo secondo FLC CGIL

Ecco le principali criticità secondo i sindacati:

l’impossibilità di unire più spezzoni, fino a raggiungere un numero di ore adeguato a garantire un salario dignitoso che consenta alle persone di vivere dignitosamente;
l’applicazione errata del sistema delle precedenze, tanto che i docenti specializzati su sostegno sono stati scavalcati persino da chi non ha la specializzazione;
la confusione tra riserve (ad es. L. 68/99 connessa all’invalidità civile) e precedenze (ad es. L. 104/92), per cui il software invece di accantonare i posti per i riservisti glieli ha assegnati con priorità assoluta.
In alcune province, gli uffici scolastici provinciali, sono intervenuti a correggere gli errori e a modificare gli errori procurati dall’algoritmo, in altri territori gli errori sono rimasti non corretti e i docenti precari sono rimasti lesi nel loro diritto di avere l’incarico.

Leggi anche: Supplenze Covid: disponibili i contratti in attesa della proroga a giugno 2022

One thought on “Supplenze Gps 2021: precari reggono la scuola ma l’algoritmo li beffa

  1. Buon giorno. Chiedo cortesemente di sollecitare il bando del CORSO-CONCORSO, per l’immissione in ruolo dei Docenti di SOSTEGNO scuole Secondarie di secondo grado precari, nominati dalle GPS sostegno elenchi aggiuntivi PRIMA FASCIA, in analogia ai benefici ricevuti dai docenti di sostegno delle Scuole medie di primo grado.
    Grazie, Gennaro (a nome di tutti i Docenti di sostegno precari GPS della secondaria di secondo grado).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *