Green Pass scuola: i genitori possono entrare a scuola senza Green Pass
Scuola

I genitori possono entrare a scuola senza Green Pass: la decisione

Il dubbio se i genitori possono entrare a scuola senza green pass resta. Nei giorni scorsi è arrivata la notizia di un ordine del giorno presentato e accolto dalla Cinque Stelle Vittoria Casa, presidente della Commissione Cultura alla Camera. Questo ordine del giorno era finalizzata a permettere ai genitori di entrare a scuola senza green pass.

L’ordine del giorno in attesa di approvazione

L’ordine del giorno di Casa è finalizzato a consentire “attraverso ulteriori iniziative normative” l’accesso a scuola senza green pass per brevissimo tempo. Lo scopo è consentire ai genitori o loro delegati, come parenti o baby sitter per esempio, di entrare a scuola senza green pass per prelevare il bambino e portarlo a casa. Cosa adesso non permessa senza Green Pass.

Ricordiamo che con il Green Pass scuola, i genitori sono equiparati a dipendenti scolastici, e quindi hanno l’obbligo di esibire la certificazione verde per accedere agli istituti. Fa eccezione il cortile della scuola, dove non è necessario avere il Green Pass per accedere e sostare. Invece per entrare a scuola, per qualunque motivo, è necessario avere il Green Pass. Con quest’ordine del giorno si vorrebbe consentire ai genitori di entrare senza green pass a scuola. L’ordine del giorno è stato accolto, ma questo non significa in automatico che la regola sia in vigore. Infatti adesso il governo deve provvedere a dare seguito a questo accoglimento, cambiando le norme in vigore.

La parola al Governo

Per fare questo, sarà necessario modificare il decreto sul green pass a scuola di settembre assorbito nella legge di conversione del decreto green pass bis di agosto approvata. L’ordine del giorno costituisce uno degli strumenti forgiati dal diritto parlamentare, riguardanti la funzione di indirizzo e controllo nei confronti del Governo.

Questo atto scritto, proposto da ciascun parlamentare, vuole esprimere una direttiva politica al Governo: esso difatti può impegnare il Governo ad interpretare una legge in un certo qual modo o ad adottare delle leggi tramite alcuni provvedimenti di attuazione; inoltre può sottolineare alcuni aspetti specifici della materia in esame verso i quali indirizzare l’azione governativa. Il Governo esprime il proprio parere sugli ordini del giorno, accogliendoli, non accogliendoli o accogliendoli solo come raccomandazione. L’ordine del giorno approvato dall’Assemblea o dalla Commissione parlamentare competente (ovvero accettato dal Governo) vincola l’Esecutivo a darvi seguito.

I genitori non possono entrare a scuola senza Green Pass

Al momento il green pass è obbligatorio per chiunque accede:

  • a tutte le strutture dei servizi educativi per l’infanzia;
  • alle scuole dell’infanzia;
  • alle istituzioni scolastiche e formative;
  • alle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM);
  • alle altre istituzioni di alta formazione collegate alle università.

Come detto il fatto che l’ordine del giorno sia stato accolto è un buon viatico verso la modifica della norma. Ma prima che questo accada, serve l’ufficialità.

Leggi anche: Carlo Freccero Green Pass: è una patente per vivere, si propaga la paura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *