Vaccino obbligatorio scuola: c'è chi lo approva già, Bianchi favorevole
Scuola

Vaccino obbligatorio scuola: c’è chi lo approva già, Bianchi favorevole

Il vaccino obbligatorio scuola resta una extrema ratio del Governo nel caso in cui l’aumento dei contagi, in concomitanza con la ripresa delle lezioni in presenza, dovesse diventare preoccupante e ingestibile. Al contrario dello scorso anno, che fu comunque contrassegnato da un alto numero di contagi, quest’anno c’è la variante Delta che in virtù della sua altissima contagiosità, potrebbe creare non poche difficoltà in ambito scolastico. E intanto c’è chi lo approva già nel mondo.

La situazione vaccinale

Dove al momento c’è una altissima percentuale di personale scolastico vaccinato, e chi non lo è, in virtù dell’obbligo del Green pass scuola, è comunque costantemente sotto controllo dovendosi sottoporre a tampone ogni 48 ore. E’ buona anche la percentuale di ragazzi vaccinati, per i quali non c’è obbligo di Green Pass, ma che comunque stanno rispondendo in modo molto responsabile agli appelli del Governo.

Per il momento l’obbligo vaccinale sembra lontano per la scuola, fosse solo in considerazione del fatto che dovrebbe riguardare una fascia di popolazione la cui età, molto giovane, suggerisce prudenza. Prima dovrebbe scattare l’obbligo vaccinale per tutti gli altri, considerato che sono ancora molti i non vaccinati anche nelle fasce di età più a rischio, over 50.

Se è vero che l’Italia nel mondo sembra essere all’avanguardia in quanto a severità con l’introduzione del Green Pass nei luoghi di divertimento e adesso anche di istruzione e di lavoro, è altrettanto vero che negli Stati Uniti, dove proprio Fauci ha sottolineato i meriti dell’Italia, si sta pensando al vaccino obbligatorio per la scuola.

C’è chi lo approva già: via libera negli Usa

Infatti a breve Los Angeles potrebbe diventare il primo grande distretto scolastico americano a imporre l’obbligo di vaccino anti Covid a tutti gli studenti dai 12 anni in poi che frequentano lezioni in persona. La decisione è attesa a breve nel corso del Board of Education, che si riunirà nelle prossime ore per votare la proposta. Dagli Stati Uniti si dicono convinti che la proposta dovrebbe essere approvata senza problemi visto l’ampio appoggio di cui gode. Il distretto scolastico di Los Angeles è il secondo più grande d’America con 600.000 studenti e l’imposizione dell’obbligo di vaccino potrebbe essere un importante precedente a livello nazionale e anche internazionale.

Bianchi non esclude l’obbligo vaccinale

Sull’obbligo vaccinale per insegnanti e studenti il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, si è detto possibilista: “Siamo pronti in ogni condizione. Il governo userà tutti gli strumenti laddove fosse necessario. Credo sia necessario fare appello alla maturità dei ragazzi, che più di tutti gli altri hanno risposto al nostro appello a vaccinarsi. Il governo responsabilmente userà tutti gli strumenti, ragioneremo e faremo tutte le verifiche.  La sicurezza dei ragazzi è la sicurezza del nostro Paese, unica condizione per un rilancio vero e per tornare a vivere in una nuova normalità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *