concorso straordinario 2021
Scuola

Concorso straordinario 2021: posti disponibili, chi può partecipare

A breve, secondo l’annuncio del Governo, dovrebbe svolgersi il concorso straordinario inserito all’interno dei provvedimenti varati con il decreto sostegni-bis. Il Governo ha assicurato che si svolgerà entro la fine di quest’anno, ma per il momento ci sono ancora molte incertezze sia riguardo la data che le modalità.

Il concorso straordinario prevede l’immissione in ruolo per un numero di posti pari a quelli vacanti e disponibili per l’a.s. 2021/2022. Il calcolo sarà effettuato in base ai posti che residuano dalle assunzioni effettuate in via ordinaria (da GaE e GM concorsuali) e straordinaria (da GPS prima fascia ed elenchi aggiuntivi), oltre l’accantonamento dei posti destinati ai concorsi ordinari scuola dell’infanzia/primaria e secondaria.

Chi può partecipare al concorso

Possono partecipare al concorso:

  • i docenti non compresi tra quelli che partecipano alle assunzioni da GPS/elenchi aggiuntivi 2021/22;
  • i docenti che abbiano svolto, entro il termine di presentazione delle domande di partecipazione, tre annualità di servizio (valutate come tali ai sensi dell’articolo 11/14 delle legge n. 124/99), anche non consecutive, negli ultimi cinque anni, di cui una specifica, ossia prestata nella classe di concorso per cui si partecipa;
  • prevede la partecipazione in una sola regione e per una sola classe di concorso (nella quale, come detto sopra, è necessario avervi prestato un’annualità di servizio);

Le prove

Niente più prova preselettiva, in base alle semplificazioni per i concorsi pubblici volute da Brunetta. I candidati dovranno affrontare quindi una prova disciplinare. In base all’esito di questa prova, verrà creata una graduatoria di merito regionale, in base ai titoli posseduti e al punteggio conseguito nella prova disciplinare e comprendente i soli vincitori, che rientrano nel numero dei posti banditi.

Gli aventi diritto parteciperanno, a proprie spese, a un percorso di formazione, anche in collaborazione con le Università, che prevede una prova conclusiva. A questo punto scatterà l’assunzione in ruolo dei vincitori, dal 1° settembre 2022. Il tutto nel caso in cui percorso di formazione e superamento della prova conclusiva abbiano avuto buon esito. I vincitori assunti in ruolo dovranno svolgere il percorso annuale di formazione iniziale e prova.

I posti disponibili

I posti disponibili saranno ripartiti tra concorso infanzia/primaria (12.863 posti) e secondaria (33.000). Quindi dovrebbero essere 15000 i posti riservati al concorso straordinario, ma il numero preciso si potrà sapere solo alla fine delle operazioni di immissione in ruolo. Le classi di concorso coinvolte saranno rese note dopo che conosceremo i posti rimasti senza titolare nella procedura di supplenze finalizzate al ruolo da GPS prima fascia ed elenco aggiuntivo del Decreto Sostegni bis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *