Disponibilità supplenze: i due casi in cui bisogna aspettare la pubblicazione degli Uffici
Scuola

Disponibilità supplenze: i due casi in cui bisogna aspettare la pubblicazione degli Uffici

La disponibilità supplenze, non ancora pubblicata da alcuni uffici scolastici, sta diventando un problema in questi primi giorni in cui è già disponibile la procedura per le nomine in ruolo e supplenze da GPS. L’informatizzazione nomine supplenze è stata avviata già dal 10, senza che le disponibilità supplenze fossero complete. Questo crea un corto circuito e una disparità di condizioni tra coloro che già le conoscono, e possono procedere alla compilazione della domanda con cognizione di causa, e quanti si trovano a metà del guado.Disponibilità supplenze: i due casi in cui bisogna aspettare la pubblicazione degli Uffici

Mancano ancora le disponibilità

D’altra parte, è esattamente di questo che parlavano i sindacati, quando spiegavano al ministero che era illogico partire con la procedura su Istanze online, senza avere la certezza di poter fornire ai candidati tutte le informazioni necessarie per compilare la domanda al meglio. Oggi scade il termine dato dal Ministero agli Uffici scolastici per pubblicare le disponibilità supplenze: sarà rispettato? Vedremo, in ogni caso sono già passati alcuni giorni da quando sono state avviate le procedure, e in molti non sanno se procedere con l’istanza o aspettare che vengano pubblicati gli elenchi.

C’è comunque tempo fino alla mezzanotte del 21 agosto. La procedura riguarda le nomine in ruolo che attengono ai docenti di prima fascia GPS ed elenco aggiuntivo, per le supplenze i docenti di GaE, prima fascia GPS + elenco aggiuntivo e seconda fascia GPS.

I casi in cui conviene aspettare

In alcuni casi conoscere la disponibilità dei posti fa davvero la differenza nella compilazione della domanda, per cui ci sono docenti che senza di essa si sentono bloccati. Sono due casi in particolare: è il caso dei docenti che si trovano nelle prime posizioni in graduatoria, e che quindi hanno ampia possibilità di scelta. Vale anche per i docenti che aspirano ad una cattedra al 31 agosto e quindi vogliono esprimere per prime queste preferenze. In questo caso, fino a quando non sarà resa nota la disponibilità, conviene temporeggiare nella presentazione della domanda.

Anche se è comprensibile che ogni candidato vorrebbe procedere alla compilazione della domanda prima possibile, in modo da essere tranquillo di essere in regola. Man mano che passano i giorni inevitabilmente sale l’ansia e il fatto che ci avviciniamo al weekend di Ferragosto, in cui molte persone saranno fuori casa, certo non aiuta in questo virtuale countdown che avvicina al 21 agosto. allora sarà il caso di attendere la pubblicazione da parte degli Uffici Scolastici.

Leggi anche: Aggiornamento Gps 2021: il dettaglio da non sottovalutare nella domanda

Cosa fare nel frattempo

E’ comunque già possibile accedere alle domande, quindi si può iniziare a fare delle simulazioni per capire come completare tutte le altre sezioni e prendere dimestichezza, in modo poi, quando saranno note le disponibilità, di riuscire a completare tutto in fretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *