Diplomati magistrale assunti con riserva: stop licenziamenti e riassegnazione vecchia scuola
Scuola

Immissioni in ruolo da gps: inserimento dei docenti precari in prima fascia

E’ confermata la data di inizio della procedura relativa alle Immissioni in ruolo da Gps. La settimana prossima, su Istanze Online, si aprirà la finestra temporale valida per le domande relative alle assunzioni da GPS e Supplenze da prima fascia (+ elenchi aggiuntivi) e seconda fascia GPS. Si comincia il 10 agosto e si continua fino al 21 agosto. Le date non sono completamente ufficiali ma poco ci manca.Immissioni in ruolo da gps: inserimento dei docenti precari in prima fascia

Si comincia con molti dubbi

L’incontro con i sindacati ha dunque sortito qualche effetto, ma non tutti gli effetti che erano auspicati. Ancora molte le criticità che non convincono, e che rischiano di scatenare il caos durante e dopo la presentazione delle domande.

In ogni caso l’iter per la presentazione delle domande per le assunzioni a tempo determinato partirà, anche perchè a livello temporale non si può fare altrimenti. Il nuovo anno scolastico incombe e la necessità di attribuzione delle supplenze è assoluta.

Uno dei punti ancora da definire riguarda la possibilità di presentazione della domanda per per l’attribuzione degli incarichi introdotti dal decreto Sostegni bis anche a chi è inserito in prima fascia con servizio “misto” nel sistema nazionale di istruzione.

Via libera ai docenti precari inseriti prima fascia

Il riferimento è a coloro i quali non dispongono delle tre annualità richieste, o senza servizio nella scuola statale. Problemi anche per coloro i quali sono inseriti nella seconda fascia.

Al momento tutti loro sono esclusi, ma i sindacati ritengono incostituzionale la normativa. Non convince nemmeno il vincolo dei tre anni di servizio nella scuola statale che consente l’inserimento nella prima fascia delle Graduatorie provinciali per le supplenze utili per le prossime immissioni in ruolo.

Il problema riguarda dunque chi è presente in questa fascia anche senza servizio e tutti coloro i quali hanno prestato servizio misto nel sistema nazionale d’istruzione, nelle scuole paritarie, nelle suole comunali e nel sistema IFP della formazione professionale.

Leggi anche:

Sospensione call veloce

I sindacati avevano chiesto che questo tipo di servizio venisse valutato come valido per le GPS, in modo che possano essere assunti tutti i precari inseriti nella prima fascia, indipendentemente dal servizio.

I punti da definire sono ancora molti: la sospensione della call veloce per le immissioni 2021/2022, l’inserimento con riserva in I fascia procedura straordinaria abilitante 2021, l’inserimento con riserva in I fascia iscritti concorso ordinario 2020, l’inserimento con riserva I fascia idonei Tfa sostegno.

Dunque il 10 agosto si parte, in ogni caso. Ma la sensazione è che poi a bocce ferme ci sarà ancora moltissimo da definire e rifinire.

2 commenti su “Immissioni in ruolo da gps: inserimento dei docenti precari in prima fascia

  1. Buonasera, vorrei tanto leggere un articolo che parli della beffa ai precari del sud specializzati sostegno o su materia con tre anni di servizio. L Italia vanta si essere un paese democratico, e invece tale non è. Dovrebbero almeno stabilizzarci tutti e inserirci una graduatoria speciale, o darci la possibilità di spostarci subito. Vergogna anche alle testate giornalistiche e ai sindacati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *