Immissioni in ruolo docenti 2021 da GPS: requisiti, quando e chi verrà assunto
Graduatorie di Istituto

Assunzioni da Gps 2021: sorridono i docenti di sostegno, penalizzati i posti comuni

La Camera ha finalmente varato il Decreto Sostegni bis, che contiene anche diverse attesissime misure per il mondo della scuola. Una di queste è sicuramente la procedura straordinaria di assunzioni che verrà messa in atto attraverso l’attingere dalle graduatorie provinciali per le supplenze.

Per il 2021/22 ci sarà una fase ordinaria e una straordinaria. In questo modo, l’obiettivo da perseguire è quello di esaurire le graduatorie al momento in piedi che possono essere utilizzate le assunzioni. Con questo metodo, il Miur punta a coprire ben 112mila posti. Altro risultato da raggiungere, quello di consentire l’assunzione da GPS per le supplenze nel caso si verifichi la necessità.

Situazione diversa in molte regioni

Va considerato che si tratta di fattispecie distinte per regione/provincia e classe di concorso.

Bisogna tenere a mente infatti che ci sono ancora GaE con aspiranti inseriti per infanzia e primaria. Discorso diverso per il numero di iscritti per la scuola secondaria, praticamente esaurito.

La situazione nelle varie regioni italiane è del tutto differente. Se in alcune zone infatti le graduatorie del concorso 2016 e 2018 sono già esaurite, in altre l’esaurimento è previsto a breve. In altre poi c’è la possibilità di non arrivare alle GPS.

Procedura di immissioni in ruolo decisiva

Tutto passa attraverso l’esito della fase ordinaria della procedura di immissioni in ruolo. Ci sono però buone possibilità che si proceda alle assunzioni da GPS. In particolare, possono essere ottimisti gli aspiranti insegnanti di sostegno.

Non a caso un emendamento approvato in Commissione Bilancio ha ampliato la platea di docenti immettibili in ruolo tramite posto di sostegno. Per fare questo, si è cancellato il requisito di servizio inizialmente previsto.

Paradossalmente questo requisito va invece a penalizzare i docenti da assumere su posto comune, cui ora sono richieste tre annualità.

Insomma è evidente come il Governo si sia reso conto che l’emergenza sui posti di sostegno sia prioritaria.

Le caratteristiche delle immissioni in ruolo da GPS

Le immissioni in ruolo da Gps vanno considerate come una procedura straordinaria, che non è detto resti valida dopo l’anno scolastico 2021/22. Resta valida solo ai posti residui dalla fase ordinaria delle assunzioni.

Non si sa ancora quanti posti accantonare per i concorsi ordinari banditi ad aprile 2020 e ancora non svolti e potrà essere utilizzata solo la GPS prima fascia, oltre a eventuali elenchi aggiuntivi.

Chi sarà assunto da GPS

Per essere assunti da GPS, bisognerà attendere che le graduatorie della fase ordinaria siano esaurite. Quindi dovranno essere esaurite GaE, concorso 2016, concorso 2018 + fascia aggiuntiva per infanzia e primaria; GaE, concorso 2016, concorso 2018 + fascia aggiuntiva, concorso straordinario e classi di concorso STEM.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *