Scuola, addio vincolo di servizio per assunzioni da prima fascia Gps e assunzioni da seconda fascia con TFA-PAS straordinario
Scuola

Scuola, addio vincolo di servizio per assunzioni da prima fascia Gps e assunzioni da seconda fascia con TFA-PAS straordinario

Eliminare il vincolo del servizio per le assunzioni da prima fascia Gps e sblocco delle assunzioni da seconda fascia con un TFA-PAS straordinario potrebbe facilitare l’immissione in ruolo. Il Governo sa che con 260mila posti vacanti nella scuola, qualcosa va fatto. Si tratterebbe di una soluzione che consentirebbe di attingere  dalla prima fascia delle graduatorie delle supplenze, le Gps. Ma la novità starebbe nella possibilità di farlo anche nei confronti di chi è senza servizio. Per poi scorrere le graduatorie fino alla seconda fascia. Unica condizione, che durante l’anno di prova si faccia un corso di formazione Tfa. Non solo: serve anche la specializzazione sul sostegno e la relativa abilitazione. La proposta è tra gli emendamenti all’articolo 59 del decreto Sostegni-bisquello 59.76 del gruppo Fratelli d’Italia.Scuola, addio vincolo di servizio per assunzioni da prima fascia Gps e assunzioni da seconda fascia con TFA-PAS straordinario

Concorso Stem nella bufera

E gli ultimi sviluppi riguardanti il concorso Stem, che si sta rivelando molto più ostico del previsto, non vanno in questa direzione. La strage di aspiranti docenti, bocciati senza se e senza ma è lì a testimoniare che qualcosa non è coinciso tra aspettative e prove reali. Di chi la colpa? Potrebbe trattarsi di una sottovalutazione del grado di impegno richiesto per il concorso da parte dei candidati. Così come potrebbe trattarsi di mancanza di chiara comunicazione da parte di chi ha organizzato il concorso. Che ha comportato, per i candidati, il ritrovarsi di fronte a esami più impegnativi del previsto.

Fatto sta che se su 60mila partecipanti alle procedure del concorso ordinario per le discipline scientifiche STEM hanno superato la prova scritta delle prime due prove solo meno di un terzo dei candidati, qualcosa di anomalo c’è.

Difficoltà che hanno riguardato un po’ tutti, ma in particolar modo le criticità maggiori pare abbiano riguardato la classe di concorso A026, Matematica. Questa classe di concorso prevedeva 1.005 posti disponibili. Il paradosso è che adesso il numero di bocciati possa non consentire di coprire le disponibilità, con addirittura un numero di esclusi superiore ai 6.129 posti complessivi messi a bando.

Promozione con la sufficienza

I sindacati hanno avuto molto da ridire sull’organizzazione del concorso. Molte le critiche mosse. Si parla della necessità di riaprire i termini per far iscrivere chi era escluso dal concorso originario, differente da quello che poi si è svolto realmente.

Altra critica quella relativa alla soglia per la promozione, con 7 su 10 ritenuto troppo alto. Infine il tema del tempo a disposizione, troppo poco rispetto alla complessità di gran parte dei quesiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *