Gatto finisce in tribunale per furto di salsiccia: la giuria è molto particolare

Un gatto ladro è stato processato in tribunale con l’accusa di aver rubato una salsiccia con l’accusa che chiede al giudice una pena severa per il criminale felino.

I fatti si sono svolti presso il tribunale distrettuale di Zaporizhia, nell’omonima città del nord dell’Ucraina, e sono parte di un progetto per permettere ai bambini di vedere come funziona il tribunale senza esporli ad alcuni dei dettagli più spiacevoli che spesso emergono durante un processo che coinvolge adulti.

Il giudice Iryna Stolnik ha scritto su Facebook: “Non ho mai avuto imputati così carini”.
In effetti il gatto bianco e nero sembrava molto calmo nonostante il suo buon nome fosse infangato dall’accusa secondo cui aveva rubato una salsiccia, e con gli scolari che fungevano da giuria per determinare il suo destino.

L’aula era reale, e c’era un vero giudice, procuratore e avvocato difensore presente, ma l’imputato, Vaska, detto “Il gatto”, avrebbe dovuto anche trattare gli atti con rispetto, cosa che chiaramente non riuscì a fare stando in giro per il tavolo invece di stare in piedi a testa bassa nella sua postazione.

Il pubblico ministero ha chiesto una punizione severa per Vaska, ma il gatto è rimasto calmo durante l’udienza.

Fortunatamente, l’avvocato esperto di felini è riuscito a convincere la giuria che Vaska non ha rubato la salsiccia o comunque che non c’erano prove che il furto fosse programmato. Il gatto, sosteneva, era completamente innocente.

Forse aiutato dal fatto che si trattava di una salsiccia vegetariana e poco attraente per l’imputato a quattro zampe, il tribunale ha infine assolto Vaska da ogni illecito. Qualcun altro, ha precisato l’avvocato, deve averlo fatto al posto suo.

La corte era quasi reale: nella sala, con la partecipazione di un giudice, un pubblico ministero, un avvocato. Le differenze erano solo che nel ruolo della giuria c’erano bambini, e che l’imputato – il gatto Vasily – poteva sdraiarsi sul tavolo senza essere accusato di oltraggio alla corte.

Dopo che hanno partecipato al processo di Vaska, gli scolari hanno fatto un tour del tribunale distrettuale e dovettero produrre i propri resoconti degli atti creando disegni.

Olga Borodina, direttore del Centro locale Zaporizhzhya per la fornitura dell’FSLA (Free Secondary Legal Aid), l’organizzazione che ha organizzato l’evento, ha dichiarato a Central European News (CEN): “Il piacere che tutti i partecipanti hanno ricevuto da questo evento è difficile da comunicare a parole.

“La cosa più bella è stata il comportamento dei bambini, che si sono sinceramente preoccupati per il gatto, che poteva essere condannato a una punizione e hanno partecipato attivamente alla discussione. Ad esempio, hanno chiesto di dargli una punizione “tenera”.

“La partecipazione diretta a un’audizione estemporanea ha dato ai bambini l’opportunità di scoprire cos’è la giustizia, chi è il pubblico ministero, l’avvocato, il giudice, il sistema di assistenza legale gratuita e i diritti che ciascuno di loro ha.

“Tutto è stato improvvisato. Il gatto, Vaska, ha persino posato per il fotografo come se stesse giocando con l’avvocato. E quando la corte “assolse” il gatto, non c’era limite alla gioia dei bambini.

“Tali eventi chiariscono che gli eventi interattivi che aumentano la consapevolezza legale sono più efficaci con i bambini”.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.