L’Austria vieta ai turisti di guidare su strade di campagna: l’Italia non ci sta

Germania e Italia si stanno preparando a citare in giudizio l’Austria per aver vietato ai conducenti stranieri di utilizzare le strade provinciali del paese, costringendoli invece a guidare solo sulle autostrade a pedaggio.

Il ministro del traffico tedesco Andreas Scheuer e il suo omologo italiano Danilo Toninelli hanno annunciato la loro intenzione in una lettera inviata alla Commissione europea.

I ministri hanno criticato il nuovo “divieto di circonvallazione autostradale” introdotto nei fine settimana nello stato montuoso del Tirolo austriaco.

Il divieto vieta agli automobilisti di lasciare l’autostrada quando incontrano un ingorgo e intraprendono percorsi alternativi sulle strade provinciali.

La misura è stata introdotta per alleggerire il traffico nei villaggi tirolesi poiché le strade di campagna sono comunemente utilizzate da viaggiatori a lunga distanza come camionisti e turisti che vanno dalla Germania all’Italia, specialmente quando le autostrade sono congestionate.

Il ministro del traffico Scheuer ha dichiarato: “La libera circolazione dei beni europei è gravemente ostacolata dal blocco tirolese e viola la legge dell’UE.

“Per questo motivo, insieme alla mia controparte italiana, ho chiesto alla Commissione europea di agire immediatamente e fermare questo blocco sistematico del Tirolo. Il mio ministero sta preparando una causa contro l’Austria e gli italiani faranno lo stesso. ”

La Commissione europea ha annunciato che avrebbe cercato di mediare con la commissaria europea dei trasporti Violeta Bulc e con i ministri tedesco, italiano e austriaco coinvolti nella controversia, secondo quanto riferito.

Durante i mesi estivi, gli ingorghi stradali sono comuni sulle strade tirolesi come l’autostrada attraverso il Passo del Brennero che collega il sud-est della Baviera tedesca e lo stato austriaco del Tirolo con l’Italia settentrionale.

Le strade di campagna sono anche popolari con i conducenti che cercano di evitare di pagare i pedaggi sulle autostrade austriache.

L’Austria e la Germania sono già arrivate ai ferri corti per le loro reti stradali.

Quando la Germania ha pianificato di introdurre un pedaggio autostradale sulla famosa rete autostradale del paese, l’Austria e i Paesi Bassi si sono rivolti alla Corte di giustizia europea per lamentarsi del divieto.

Hanno citato la proposta come discriminatoria perché i conducenti tedeschi sono stati risarciti con un rimborso fiscale mentre i conducenti stranieri hanno dovuto pagare l’intero importo.

Il mese scorso, la più alta corte d’Europa ha stabilito che la proposta avrebbe discriminato illegalmente i conducenti stranieri, costringendo Berlino a ripensare la misura.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.