Trans esce per la prima volta dopo che è diventata donna: la stuprano in tre

Un’adolescente transgender ha raccontato alla polizia di essere stata stuprata da tre uomini durante la sua prima notte da donna.

I pubblici ministeri della città belga di Anversa hanno incriminato tre uomini che avrebbero violentato la diciassettenne prima che, secondo quanto riferito, fosse riuscita a scappare dopo aver morso uno dei presunti aggressori sul pene.

L’adolescente è uscita con due amici al club gay Red & Blue di Anversa il 22 giugno dell’anno scorso, dove sarebbe stata molestata da un uomo di 34 anni.

Il Red and Blue, che oggi è chiamato Cargo Club, è un famoso locale notturno gay ad Anversa
Quando l’adolescente uscì per prendere un po ‘di aria fresca, l’uomo e due complici di 24 e 25 anni presumibilmente la seguirono e la costrinsero a salire su un taxi mentre lei era confusa circa quello che stava succedendo.

Nel taxi, il sospetto di 24 anni presumibilmente cominciò a palparla. Il trans teenager cercò di respingerlo, ma era troppo debole per riuscirci.

Fu poi portata in un appartamento nel distretto di Deurne di Anversa dove viveva il 24enne, dove fu violentata a turno dai tre uomini, secondo i media locali.

La vittima è riuscita a scappare dopo aver morso uno degli uomini sul suo pene, secondo i media locali.

L’avvocato della vittima ha dichiarato: “Il mio cliente è transgender. Quella notte è stata la prima volta che è uscita da donna, cosa che rende i fatti più gravi “.

L’avvocato ha chiesto un risarcimento di 7,850 EUR (7.052 GBP) a carico dei tre presunti colpevoli.

Nel frattempo, i pubblici ministeri hanno chiesto condanne a sei anni di prigione per i tre sospettati.

I sospettati inizialmente dissero ai poliziotti che non erano nel club Red & Blue e negarono anche di avere avuto contatti con la vittima, anche se cambiarono la loro storia dopo che la polizia li affrontò con prove del DNA trovate sul suo corpo che corrispondevano alle loro, secondo i rapporti .

L’avvocato del 34enne ha detto: “Il mio cliente non nega più che siano successi atti sessuali, ma non è accaduto contro la volontà della vittima”.

Gli altri due sospetti hanno anche negato di aver violentato l’adolescente, dicendo che il sesso era consensuale.

Il giudizio è previsto l’11 luglio.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.