Il mistero dei due uomini morti nel Suv: “Restate in auto il meno possibile”

Le autorità raccomandano di rimanere nei veicoli il minimo indispensabile dopo che due uomini sono stati trovati morti in circostanze misteriose in un parcheggio dell’ufficio della polizia.

Le due vittime di sesso maschile sono state trovate senza vita sul sedile del conducente e sul sedile del passeggero anteriore di un SUV Kia nero, che era stato lasciato fuori dall’ufficio di gestione del traffico della contea di Zhongfang, nella provincia di Hunan, nella Cina centrale.

Si ritiene che siano morti per avvelenamento da monossido di carbonio all’interno del veicolo dopo aver chiuso i finestrini e aver dormito all’interno del climatizzatore Kia il 25 giugno.

Quando le temperature a mezzogiorno raggiunsero i massimi di 32 gradi Celsius, gli uomini si assopirono e lentamente soffocarono nel sonno mentre il gas inodore si infiltrava nell’auto.

I filmati del parcheggio della polizia mostrano le due vittime senza vita nella Kia mentre gli agenti circondano il veicolo.

L’Ufficio per la sicurezza pubblica di Zhongfang ha detto che sta ancora indagando sul caso e non ha rivelato l’identità delle vittime.

Non è quindi chiaro se i due uomini fossero funzionari assunti presso l’Ufficio gestione del traffico.

Le autorità hanno esortato i membri del pubblico a non dormire in auto per lunghi periodi.

Mentre la morte per avvelenamento da monossido di carbonio in auto è rara e i proprietari sono generalmente a rischio solo se in spazi chiusi come un garage, scarichi vecchi o difettosi possono causare perdite di gas tossici nel veicolo.

Un rapporto del New York Times del 2018 ha rilevato che almeno tra 28 morti e 45 feriti sono stati collegati all’avvelenamento da monossido di carbonio da automobili negli Stati Uniti tra il 2006 e il 2018.

L’elenco comprendeva il proprietario di una casa in Florida, Fred Schaub, 91 anni, morto nel suo letto dopo che i gas di scarico della Toyota RAV4 nel suo garage penetravano in casa mentre dormiva.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.