“Mio figlio è morto soffocato mentre lo allattavo”: ma la verità è un’altra

Una madre avrebbe presumibilmente raccontato ai poliziotti che il suo bambino era morto soffocato mentre stava allattando al seno, per poi confessare di aver annegato il piccolo di otto mesi in un secchio d’acqua.

L’omicidio è avvenuto nel villaggio rurale di Araujo, nella provincia orientale argentina di Buenos Aires, e alcuni rapporti hanno riferito che la mamma, identificata come 34enne Silvana Fiori, ha confessato l’infanticidio durante gli interrogatori della polizia.

In un primo momento aveva raccontato alla polizia che il bambino era soffocato durante l’allattamento.

Secondo i media locali, la polizia è arrivata per la prima volta a casa dopo aver ricevuto un rapporto su un incidente che coinvolge un bambino.

I poliziotti sulla scena hanno confermato la morte del bambino e hanno interrogato la madre, che avrebbe riferito loro che suo figlio era morto accidentalmente durante l’allattamento.

È stata poi portata alla stazione di polizia per rilasciare una dichiarazione formale in cui successivamente ha confessato di aver ucciso il suo bambino annegandolo in un secchio d’acqua, secondo i media locali.

Il procuratore principale del caso, Sebastian Villalba, ordinò l’arresto della madre e mandò una squadra di investigatori a casa sua per raccogliere prove e scoprire di più sul presunto infanticidio.

Secondo le ultime notizie, Fiori è stata accusata di omicidio mentre l’inchiesta continua.

I motivi dietro il presunto omicidio sono attualmente sconosciuti.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.