Terza fascia graduatorie di istituto: come cambia l’immissione in ruolo con il Fit

Graduatorie di istituto: concorso non selettivo per docenti terza fascia con servizio

Il nuovo sistema di reclutamento del personale docente è stato pensato per snellire le graduatorie e in generale per rendere più semplice il passaggio da teoria a pratica, vale a dire consentire una immissione in ruolo più semplice per i docenti. Proprio in quest’ottica, però, c’è da valutare come cambierà il comportamento del Miur nei confronti delle graduatorie.




Le graduatorie di istituto di III fascia sono state per molto tempo un punto di riferimento importante per coloro i quali volevano diventare docenti. Sono state costituite solo per la scuola secondaria, ma l’ultimo aggiornamento è ormai lontano nel tempo. Risale infatti al giugno 2017, aggiornamento valido per il triennio 2017/20.

Cosa succederà una volta terminato questo triennio? La legge dice, per il momento, che trascorso questo periodo, sarà possibile solo aggiornare le attuali graduatorie. Aggiornamento finalizzato a integrare i nuovi punteggi o cambiare provincia. Tutto tace invece per quel che concerne i nuovi inserimenti.

Questo significa che si potrebbe assistere a una trasformazione della terza fascia delle graduatorie di istituto in graduatorie a esaurimento. Questo in virtù del fatto che da ora in avanti docenti andranno a finire nelle graduatorie dei nuovi concorsi.

Non si tratta di una novità da poco, perchè con il nuovo sistema cambierà il metodo di assegnazione delle supplenze. Non bisogna dimenticare infatti che i 3 tre concorsi previsti nel 2018, per abilitati, per non abilitati con 3 anni di servizio e non abilitati con 24 CFU sono indetti su base regionale.

Questo significa che l’accesso al FIT e la successiva immissione in ruolo scatterà nella provincia disponibile al momento in cui ogni aspirante docente dovrà scegliere dalla graduatoria di merito regionale che si forma dalla procedura concorsuale.

Scelta che comporterà la cancellazione dalle altre graduatorie in cui finora è inserito.

Quindi da ora in avanti le supplenze lunghe saranno filtrate dal Fit.

Queste sono le condizioni pre elezioni del 4 marzo. Con il successo di 5 stelle e Lega, dichiaratamente anti-Buona Scuola, non ci meraviglieremmo se ci fossero sorprese e rivoluzioni.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.