Come compilare la domanda per il bando Ata: province con maggiori possibilità di lavoro

Personale ATA, come presentare domanda su Istanze online fino al 26 aprile

Come compilare la domanda per il bando Ata? E’ importante sapere come fare per avere la possibilità di scegliere le province dove ci sono maggiori possibilità di lavoro.

Una possibilità che riguarda chi si vuole candidare per lavorare come dipendenti pubblici nelle scuole italiane svolgendo ruoli Ausiliari, Tecnici e Amministrativi (personale non docente).

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha pubblicato il bando che chiarisce la procedura utile ad aggiornare gli elenchi delle graduatorie del personale ATA.

Sarà possibile presentare la domanda a partire dal 30 settembre 2017.

Il bando 2017 fa riferimento alle assunzioni per il triennio scolastico 2017 – 2020. Questi i modelli per la presentazione delle istanze:

modello D 1 per chi si iscrive in graduatoria per la prima volta;
modello D 2 per le domande di conferma e aggiornamento.

La domanda va inviata ad una scuola (la capofila) della provincia scelta, tramite raccomandata A/R o presentata a mano o mediante l’utilizzo della posta elettronica certificata.

Questi i requisiti richiesti.

Personale ATA: AREA A

Collaboratori scolastici (CS), impiegati presso tutte le scuole. Serve avere uno dei seguenti titoli di studio:

diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale;
diploma di maestro d’arte;
diploma di scuola magistrale per l’infanzia;
diploma di maturità;
attestati e / o diplomi di qualifica professionale, della durata di 3 anni, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni.

Personale ATA: AREA B

Assistenti Amministrativi (AA), impiegati presso tutte le scuole. Si richiede il possesso del seguente titolo di studio:

diploma di maturità.
Assistenti Tecnici (AT), impiegati presso le scuole secondarie di secondo grado. Si richiede il possesso del seguente titolo di studio:

diploma di maturità che dia accesso a una o più aree di laboratorio. La corrispondenza tra i titoli di studio e i laboratori viene indicata in un’apposita tabella all’interno del bando di selezione.
Cuochi (CU), impiegati presso convitti ed educandati. Si richiede il possesso del seguente titolo di studio:

diploma di qualifica professionale di operatore dei servizi di ristorazione – settore cucina.
Infermieri (IF), impiegati presso convitti ed educandati. Si richiede il possesso del seguente titolo di studio:

laurea in Scienze Infermieristiche o titoli validi per esercitare la professione di Infermiere.
Guardarobieri (GU), impiegati presso convitti ed educandati. Si richiede il possesso del seguente titolo di studio:

diploma di qualifica professionale di operatore della moda.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.