Concorso scuola 2018: argomenti prove, libri e requisiti

Concorso scuola 2018: cosa studiare livello b2

Il concorso scuola 2018 è sempre più vicino. Il decreto legislativo 59/2017 disciplina il nuovo percorso per diventare insegnante.

Tutti i candidati interessati a sedersi dietro una cattedra dovranno seguire questo nuovo iter indicato dal Ministero dell’Istruzione.

Ma vediamo in dettaglio quali sono le direttive che arrivano dal Miur.

Per diventare docente di ruolo all’interno della scuola secondaria di I e II grado, i candidati dovranno partecipare al concorso a cattedra.

Una volta superato il concorso potranno accedere al FIT, ovvero un percorso di formazione iniziale e tirocinio.

Tale percorso ha una durata di 3 anni.

Terminato il FIT, gli aspiranti docenti saranno assunti in ruolo.

I concorsi saranno regionali.

Vediamo quali sono i requisiti d’accesso per i posti comuni:

– laurea magistrale o a ciclo unico oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso;

– 24 crediti formativi universitari o accademici (CFU/CFA), conseguiti in forma curricolare (inseriti nel piano di studi), aggiuntiva (conseguiti entro il percorso di laura ma aggiunti al piano di studi) o extra curricolare (esami dopo la laurea) nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, garantendo comunque il possesso di almeno sei crediti in ciascuno di almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche.

Le prove di esame previste per il concorso scuola 2018 sono tre: due prove scritte e una orale.

-La prima prova scritta verte su una specifica disciplina scelta dall’interessato tra quelle afferenti alla classe di concorso.

-La seconda prova scritta verte sulle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche.

-La prova orale, che comprende la prova pratica laddove prevista, consiste in un colloquio focalizzato su tutte le discipline facenti parte della classe di concorso per la quale l’aspirante concorre, con particolare riferimento a quelle che il candidato non ha scelto per la prima prova.

Inoltre verrà accertata la conoscenza di una lingua straniera europea, almeno al livello B2 del quadro comune europeo e il possesso di abilità informatiche di base.

Ma quali libri acquistare per la preparazione?

Noi vi consigliamo prima di tutto di utilizzare i libri universitari.

Inoltre qui sotto potrete trovare un elenco utile ai fini della preparazione.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.