Concorso scuola 2016: bando, calendario prove e test ko

concorso scuola 2016



Finalmente sono arrivati chiarimenti da parte del Miur in merito al concorso scuola. Nell’intervista rilasciata oggi a “La Repubblica” il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini definisce i punti chiave del nuovo concorso scuola 2016.

La pubblicazione del bando è prevista entro la prima settimana di febbraio.

Per quanto riguarda le prove scritte e orali del concorso, ecco che il Ministro Giannini ha chiarito anche questo dubbio delineando un calendario.

Prova scritta: fine marzo 2016
Prova orale: giugno 2016
Assunzioni con contratto a tempo indeterminato: a partire da settembre 2016

Questo dunque il calendario indicato dallo stesso Ministro dell’Istruzione. Nel corso dell’intervista viene riconfermato il numero di posti disponibili: circa 63 mila cattedre.

Secondo quanto riferisce il Ministro nel corso dell’intervista, le domande che verranno inoltrate tramite il portale istanze on line, saranno circa 200 mila.





Ecco quanto dichiara la Giannini: “Ipotizziamo 200 mila candidati. 1 su 3 sarà insegnante a tempo indeterminato”.

Nel corso dell’intervista il Ministro dell’Istruzione conferma che non ci sarà alcun test preselettivo.

Qui per leggere il bando del concorso scuola sul sito Gazzetta Ufficiale.

Niente quiz a risposta multipla dunque per nessuna categoria. Tutti i docenti di infanzia, primaria, secondaria e sostegno non dovranno cimentarsi con il test preselettivo. Si passa direttamente alla prova scritta.

Leggi le ultime comunicazioni per i dipendenti della pubblica amministrazione sul portale del Noipa.

Confermata la novità di questo nuovo concorso docenti: il computer based.

Gli insegnanti utilizzeranno il computer per la prova scritta.

Ma come sarà questa prova scritta? Ecco che arrivano chiarimenti anche su questo.

La prova scritta verterà su:
8 domande a risposta aperta di cui 2 di inglese.

Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha confermato, nel corso dell’intervista, l’importanza della lingua straniera all’interno delle scuole.

I requisiti d’accesso confermati: necessaria abilitazione all’insegnamento.

“Servono docenti preparati”. Queste le parole che arrivano dal Ministero dell’Istruzione.

Tutti i candidati avranno tempo 2 ore e mezza per rispondere ai quesiti.

Per quanto riguarda invece la prova orale è confermata la simulazione di una lezione da 45 minuti circa.

Per aggiornamenti e news seguiteci sulla nostra pagina facebook ‘scuola e concorsi’.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.