Graduatorie Gps e supplenze, Scuola

Supplenze Gps docenti vincolati: depennamento da qualsiasi graduatoria tranne che dalle graduatorie dei concorsi ordinari, poca chiarezza nella circolare

Come previsto e forse prevedibile, la pubblicazione della circolare supplenze a pochi giorni dall’avvio delle operazioni, contenente tutte le indicazioni circa i diritti e i doveri dei diretti interessati, e i meccanismi di assegnazione degli incarichi, sta portando a molte polemiche.

Problemi per docenti e Ata

Una problematica che sta riguardando la circolare delle supplenze Ata, con l’impossibilità di accettare altra nomina dopo la presa in servizio, e che sta riguardando anche i docenti. Al punto che arriva la protesta ufficiale da parte del Comitato Nazionale Docenti Vincolati, tramite il presidente Angela Mancusi, che chiede chiarezza al Ministero dopo la pubblicazione della circolare delle supplenze.

Il motivo della richiesta di chiarimento, deriva dal fatto che, secondo il Comitato nel provvedimento, la circolare non conterrebbe il chiarimento di tutte le fattispecie necessarie e a procedere con serenità.

Conferimento di incarichi da Gps

La circolare che contiene l’ordinanza ministeriale per le supplenze, sarebbe poco chiara relativamente alla parte in cui sottolinea che qualsiasi docente già di ruolo possa partecipare al conferimento di incarichi da GPS. Il dubbio sorge nel momento in cui la stessa circolare però rimanda al comma 3 bis che prevede il depennamento da qualsiasi graduatoria tranne che dalle graduatorie dei concorsi ordinari.

Due unti apparentemente in contraddizione che richiederebbero l’intervento del ministero in modo da fare chiarezza prima che tutta la procedura prende il via e che soprattutto si concluda. Secondo il comitato, la circolare in virtù di questa poca chiarezza, sta penalizzando tutti i docenti vincolati che hanno difficoltà a comprendere cosa fare.

Depennamento o inclusione?

La circolare sarebbe contraddittoria e porterebbe alcuni a ritrovarsi depennati dalle GPS, anche se allo stesso tempo secondo altre teorie potrebbero partecipare. Il risultato finale è il rischio che ogni ufficio scolastico provinciale agisca a proprio modo, penalizzando qualcuno e favorendo qualcun altro, con il risultato di una difformità di decisioni inaccettabile.