Graduatorie Gps e supplenze

Aggiornamento Gps 2022: inserimento con riserva per chi sostiene percorsi abilitanti

Dopo varie vicissitudini è arrivata la conferma dell’aggiornamento delle Gps già nel 2022, scongiurando il rischio di un rinvio di un anno che sarebbe costato molto in termini di opportunità ai tanti docenti precari che attendono questa procedura come un’occasione importante per migliorare la propria posizione. Ricordiamo che si tratta di una procedura che riguarda moltissimi precari, stimati in qualcosa come 600mila docenti che hanno temuto di dover aspettare il 2023.

600mila insegnanti precari in attesa

La volontà del ministero in realtà in un primo momento era stata quella, in modo da varare un nuovo regolamento che gestisse l’aggiornamento delle Gps. Alla fine, dopo una serie di trattative e di incomprensioni, si è arrivati alla conclusione della necessità di lasciare tutto come da programma, confermando l’aggiornamento delle Gps per il 2022, aggiornamento che a questo punto dovrebbe arrivare in primavera.

“Mi verrebbe da chiedere scusa agli oltre 600 mila insegnanti precari che hanno atteso in maniera trepidante l’aggiornamento delle Gps. In un Governo di unità nazionale purtroppo su cose importanti si trova subito la quadra. Come partito ci siamo fatti carico di questa responsabilità”. Lo ha detto il sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso nel corso della video intervista rilasciata ad Orizzonte Scuola.

Ammesso anche chi sostiene i percorsi abilitanti

“Voglio tranquillizzare i candidati delle Gps, anche chi sostiene i percorsi abilitanti, ad esempio quelli sul sostegno, li inseriremo con riserva. Non vogliamo escludere nessuno“.

“Oltre ad aggiornare il punteggio e cambiare provincia, ci sarà la possibilità di inserirsi per la prima volta“, conclude il sottosegretario Rossano Sasso.

Il decreto sostegni ter convertito prevede l’aggiornamento delle graduatorie con validità biennale, per gli anni scolastici 2022/23 e 2023/24. Questo significa che gli elenchi degli aspiranti supplenti potrebbero riaprirsi già in primavera per essere aggiornati.

In attesa di ordinanze apposite

Il Parlamento ha approvato, infatti, nell’ambito della conversione in legge del decreto sostegni ter (decreto legge 27 gennaio 2022, n. 4), la norma che autorizza l’aggiornamento delle GPS nel 2022 e con validità biennale.

Come detto l’aggiornamento delle graduatorie non sarà gestito da un nuovo regolamento, ma con una o più ordinanze apposite.