Graduatorie di Istituto

Aggiornamento Gps: decisione a sorpresa, serviranno i 24 Cfu

Alla fine l’aggiornamento delle GPS potrebbe avere un epilogo a sorpresa, in grado di accontentare tutti: i sindacati e i precari coinvolti, che non gradivano un rinvio al 2023, e il Governo, che avrebbe voluto procedere all’aggiornamento con un nuovo regolamento a disposizione.

I tempi stringono

Alla fine in merito all’aggiornamento delle graduatorie provinciali e di istituto per le supplenze si potrebbe riuscire a emanare in tempi brevi un nuovo Regolamento, la cui bozza è già stata presentata ai sindacati e che adesso deve seguire un preciso iter prima della stesura definitiva.

Fondamentale sarà la sua approvazione in tempi brevi, perchè i tempi sono abbastanza risicati. Da quello che trapela, per i nuovi inserimenti per le classi di concorso della scuola secondaria comprese le classi ITP, saranno necessari i 24 CFU di cui al DM n. 616/2017.

Le novità al vaglio dei sindacati

Secondo Orizzonte Scuola, le novità che i sindacati dovranno vagliare sono:

1) Eliminazione delle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) di II fascia della scuola dell’infanzia e della primaria al momento costituite dai laureandi in Scienze della Formazione Primaria;

2) Conferma della procedura online per il conferimento delle supplenze al 31/8 e 30/6 dalle Graduatorie ad Esaurimento e da quelle Provinciali;

3) Nuove regole sugli effetti relativi alle rinunce delle supplenze e agli abbandoni del servizio;

4) Nella scuola di I e II grado ripristino della possibilità per il supplente di partecipare all’assegnazione degli spezzoni pari o inferiori alle 6 ore nella scuola in cui è già in servizio;

5) Alcune precisazioni sui tempi di assegnazione delle supplenze da graduatoria di istituto.

Domanda informatizzata

Altra novità riguarda l’impiego integrale della procedura informatizzata per l’attribuzione delle supplenze al 31 agosto o 30 giugno 2023, che la scorsa estate è stata al centro di molte polemiche in merito alla funzionalità dell’algoritmo.

Se le novità venissero ratificate, servirebbe non solo l’iscrizione nelle GPS ma anche la domanda annuale per partecipare all’assegnazione delle supplenze al 31 agosto o 30 giugno. In caso contrario, l’accesso alle supplenze sarebbe limitata a quelle conferite dalle graduatorie di istituto.