Graduatorie di Istituto

Aggiornamento Gae e Gps: il sospetto per il 2022 che preoccupa i docenti

Con l’elezione di Sergio Mattarella alla presidenza della Repubblica, che comporta la conferma di Draghi alla presidenza del Consiglio, il ministero dell’Istruzione dovrebbe beneficiare di un ulteriore periodo di continuità che dovrebbe consentire la realizzazione dei progetti avviati in questi mesi, in primis la riforma del reclutamento.

Veicolo di reclutamento delle assunzioni a tempo indeterminato

Ma non solo. Si attendono adesso decisioni importanti per i prossimi mesi, molto attesi dai docenti precari e non solo. Una di queste riguarda il destino delle graduatorie ad esaurimento, che consentono le assunzioni a tempo indeterminato e le supplenze. Si tratta di fatto di un veicolo di reclutamento delle assunzioni a tempo indeterminato consistente. Sono graduatorie ormai quasi esaurite per quel che riguarda la scuola secondaria, mentre sono più corpose per quel che concerne infanzia e primaria.

Le Graduatorie a Esaurimento sono state aggiornate l’ultima volta nel 2019 con dm 374, e hanno validità triennale 2019/20, 2020/21, 2021/22. Una validità che dunque scade quest’anno, per cui l’aggiornamento dovrebbe avvenire nella primavera 2022. Dovrebbe riguardare solo i docenti già inclusi in graduatoria, e non sono previsti nuovi inserimenti.

Docenti depennati

Come detto sono graduatorie più nutrite per quel che concerne le classi di infanzia e primaria. Come detto non sono previsti nuovi inserimenti, fatta eccezione per i docenti che erano già inseriti e non hanno prodotto uno degli aggiornamenti utili, e che quindi sono stati depennati.

Dalle Graduatorie ad esaurimento si attinge per il 50% delle immissioni in ruolo e per l’attribuzione delle supplenze annuali/fino al termine delle attività didattiche.

Aggiornamento GaE e GPS

Sembra ormai cero che le Gps non verranno aggiornate quest’anno. Il ministero è convinto che non essendoci tempo per varare il nuovo regolamento, è bene rimandare tutto al prossimo anno anzichè aggiornarle con un regolamento provvisorio o vecchio. In molti si chiedono se lo stop all’aggiornamento delle Gps possa coinvolgere anche le GaE.

Questo doveva essere infatti l’anno del riallineamento di Gps e Gae, cosa che avrebbe scongiurato le problematiche relative alla prima fascia di istituto avuti nel 2020 a causa del disallineamento delle procedure. Ma adesso tutto è tornato in discussione.