Nuovo sistema di reclutamento insegnanti: 60 cfu, prova scritta unica a risposte chiuse
Scuola

Concorso infanzia e primaria 2021: avviso 15 giorni prima della data dello scritto

Non c’è tempo da perdere per i candidati al concorso infanzia e primaria 2021: la pubblicazione del decreto, che prelude quella del bando in Gazzetta Ufficiale, ci dice che a dicembre potrebbe svolgersi la prova scritta. Tra la pubblicazione delle date nel bando in Gazzetta Ufficiale e le prove scritte, devono passare almeno 15 giorni. Non tanti, dunque è consigliabile portarsi avanti con il lavoro e iniziare a prepararsi, almeno per lo scritto.

Prova scritta concorso infanzia e primaria

La prova scritta si svolgerà nello stesso giorno, anche se, qualora ce ne fosse bisogno, il ministero potrebbe decidere per la non contestualità delle prove relative al medesimo insegnamento e tipologia di posto, fatta salva trasparenza e regolarità delle stesse.

Ora si attende che gli Uffici Scolastici comunichino l’elenco delle sedi d’esame, tramite avviso pubblicato all’albo e sul sito internet.

La prova scritta sarà computer-based e diversa per ogni procedura. Durerà un massimo di 100 minuti, “fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi e gli ausili di cui all’articolo 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104”.

I contenuti

La prova scritta sarà composta da cinquanta (50) quesiti inerenti i programmi del concorso. Ogni domanda avrà quattro possibili risposte, ma una sola è quella esatta.

L’ordine dei quesiti è somministrato in modalità casuale ad ogni candidato. Non verranno pubblicati prima i quesiti, dunque ci si può preparare sulle materie in generale ma non sulle domande potenziali specifiche.

La prova consiste in

Posti comuni

40 quesiti a risposta multipla, volti all’accertamento delle competenze e delle conoscenze in relazione alle discipline oggetto di insegnamento nella scuola primaria e ai campi di esperienza nella scuola dell’infanzia;
5 quesiti a risposta multipla sulla conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue
5 quesiti a risposta multipla sulle competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento.

Posti di sostegno

40 quesiti a risposta multipla inerenti alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità, finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità;
5 quesiti a risposta multipla sulla conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue
5 quesiti a risposta multipla sulle competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento.
La commissione assegna alla prova scritta di cui all’articolo 5 un punteggio massimo di 100 punti. La prova è superata dai candidati che conseguano il punteggio complessivo di almeno 70 punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *