Green Pass scuola: ottenere il certificato non basta, docenti e Ata restano sospesi
Scuola

Nuovo concorso straordinario 2021: brutte notizie per i supplenti

Entro dicembre si svolgerà il nuovo concorso straordinario per docenti con tre anni di servizio negli ultimi cinque. Non c’è ancora la data ufficiale ma dal Governo arrivano ormai quotidianamente conferme in questo senso. Il nuovo concorso straordinario metterà in palio un numero di posti pari a quelli che restano vacanti e disponibili al termine delle immissioni in ruolo a.s. 2021/22 ordinarie – da GaE e GM – e straordinarie dalla prima fascia delle GPS posto comune e di sostegno e relativi elenchi aggiuntivi. Restano esclusi i posti destinati ai concorsi ordinari scuola dell’infanzia/primaria e secondaria.

Niente da fare per le supplenze

Possono partecipare al concorso coloro i quali possono vantare tre annualità di servizio negli ultimi cinque anni, di cui una specifica, ossia prestata nella classe di concorso per cui si partecipa. La supplenza e il relativo servizio svolto non potranno contribuire a raggiungere le tre annualità richieste per partecipare al concorso. Questo se viene rispettata la data del 31 dicembre entro la quale verrà svolto il concorso.

Inoltre, le tre annualità di servizio devono essere state svolte nelle scuole statali, cosa che esclude le paritarie e IeFP. Oltre l’annualità di servizio specifica per la classe di concorso per cui si partecipa, le altre due annualità potranno essere state svolte in altre classi di concorso, anche di altro grado. Vale anche il sostegno, anche senza specializzazione.

Chi potrà partecipare al concorso

  • docenti non compresi tra quelli che partecipano alle assunzioni da GPS/elenchi aggiuntivi;
  • docenti che abbiano svolto, entro il termine di presentazione delle domande di partecipazione, tre annualità di servizio nelle scuole statali (valutate come tali ai sensi dell’articolo 11/14 delle legge n. 124/99), anche non consecutive, negli ultimi cinque anni, di cui una specifica, ossia prestata nella classe di concorso per cui si partecipa;
  • si può partecipare in una sola regione e per una sola classe di concorso (nella quale, come detto sopra, è necessario avervi prestato un’annualità di servizio);

Le prove

  • prova disciplinare, da svolgersi entro il 31 dicembre 2021 e le cui caratteristiche saranno definite con apposito DM;
  • formulazione della graduatoria di merito regionale, redatta sulla base dei titoli posseduti e del punteggio conseguito nella prova disciplinare e comprendente i soli vincitori, ossia coloro i quali rientrano nel numero dei posti banditi (le graduatorie decadono con l’immissione in ruolo dei vincitori);
  • partecipazione (a proprie spese) dei vincitori ad un percorso di formazione, anche in collaborazione con le Università, che prevede una prova conclusiva, secondo modalità definite con apposito DM (il medesimo che definirà la prova disciplinare);

L’assunzione in ruolo dei vincitori, a decorrere dal 1° settembre 2022, scatterà in seguito alla valutazione positiva del percorso di formazione e superamento della prova conclusiva (l’assunzione avviene sui posti banditi, che sono resi indisponibili per le operazioni di mobilità e di immissione in ruolo). I vincitori assunti in ruolo, nel 2022/23, dovranno svolgere il percorso annuale di formazione iniziale e prova.

19 commenti su “Nuovo concorso straordinario 2021: brutte notizie per i supplenti

  1. Volevo chiedere info per il discorso dei tre anni, io ho due anni completi , il terzo 140 giorni. Anno scolastico 2021/22 sono stata assunta il 7 settembre, se riesco a fare 40 giorni prima dell’iscrizione al concorso straordinario, rientro?
    Grazie mille
    Mara

  2. In tutti gli articoli non si parla più del concorso ordinario della scuola secondaria di primo e secondo grado che fine ha fatto? Grazie

  3. Nell’articolo non si parla neanche dello stem, che in Emilia Romagna non è stato ancora completato per le classi a27 e a28. Non si parla neanche più del concorso abilitante.
    Trovo che questo nuovo concorso straordinario sia iniquo. Perché nel precedente straordinario, al superamento si diventava di ruolo, mente in questi, aldve fare un corso di formazione a proprie spese? E se uno i soldi non ce li ha? Pare che i docenti siano “mucche da mungere”…

  4. Io mi ero iscritta al concorso per docenti di scuola primaria pagando anche l’iscrizione ma non è stato mai fatto. Quelle domande sono nulle o no?

  5. Buon giorno ho quattro anni consecutivi di servizio sul sostegno senza specializzazione e quest’anno ho scelto il posto comune fino a dicembre nella scuola primaria posso partecipare ? Grazie

  6. Concorso che conferma che oggi entrare di ruolo è una lotteria e solo questione di fortuna. Modalità che cambiano continuamente, con concorsi straordinari anche discriminatori per potervi partecipare come il precedente e quello in procinto di essere indetto.
    Dipende dalla provincia ove vivi , in quale graduatoria sei iscritta, non valgono certo le competenze. Perché non utilizzare le graduatorie come fatto per anni? Almeno si ha la certezza del metodo e una persona può progettare il proprio futuro!!!

  7. Certo è importante la stabilizzazione dei precari ma è possibile provare i docenti in ruolo del diritto alla mobilità?! Nessuno ne parla.

  8. Mia figlia è stata immessa in ruolo a seguito di concorso in dsta 1 settembre 2019 ed ha completato positivamente il periodo di prova a giugno 2020. È vincolata ai 3 anni per chiedere il trasferimento?

  9. Vorrei capire il motivo del criterio scelto dal Miur per cui non possono partecipare al concorso anche se non di ruolo i “docenti compresi tra quelli che partecipano alle assunzioni da GPS/elenchi aggiuntivi”.
    Perché poi si può partecipare in una sola classe di concorso?
    Perché debbono essere esclusi nonostante i titoli posseduti?

  10. Non si sa più niente neanche del concorso abilitante, eppure voci avevano riferito che doveva essere svolto entro dicembre. Il bando è già stato fatto lo scorso anno, noi abbiamo pagato la tassa d’iscrizione , quindi non possono più fare finta di niente

  11. Il concorso ordinario ché fine ha fatto ……. hanno incamerato solo i soldi per l’iscrizione se non dovesse andare a buon fine devono risarcire tutti GLI iscritti con gli interessi!

  12. Buonasera
    Negli ultimi 5 anni ho maturato 3 anni di servizio su primaria comune e sostegno infanzia con titolo. Quest’anno, il quinto, ho un contratto fino al termine delle attività didattiche 30/06 su primaria sostegno prima fascia.
    Posso scegliere di partecipare per primaria comune ed infanzia sostegno di sicuro, ma la mia domanda è
    Potrei decidere di scegliere e partecipare al concorso straordinario per primaria sostegno? Alla luce del fatto che ho già firmato un contratto e sono in servizio attivo fino al 30 / 06 del prossimo anno?
    Se così fosse, In realtà sarebbe la stessa modalità del concorso straordinario 2018.

  13. Così recita il vostro articolo:

    “La supplenza e il relativo servizio svolto non potranno contribuire a raggiungere le tre annualità richieste per partecipare al concorso. Questo se viene rispettata la data del 31 dicembre entro la quale verrà svolto il concorso.”

    Urge rettifica e integrazione “nell’anno scolastico 2021-22”

  14. Trovo assurdo che non valgano anni di servizio svolti negli Istituti di Formazione e Istruzione Professionale riconosciuti dalle Regioni e che costituiscono, al pari di altre scuole, percorsi idonei ad assolvere l’obbligo di istruzione scolastica e i cui diplomi sono spendibili a livello nazionale e comunitario. Per non parlare del fatto che insegnare i quelle scuole non è di sicuro più leggero che in altre, insomma i prof fanno lo stesso lavoro di tanti colleghi in altri ordini e grado.
    Un docente ad esempio che negli ultimi 10 anni ha insegnato regolarmente, tutti gli anni, con contratto, negli IeFP e che vuole provare a lavorare nelle scuole “statali” non potrà quindi partecipare al concorso? E’ assurdo! Non ci sono Sindacati o forze politiche che si muovono per queste situazioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *