Supplenze Gps, preoccupazione per le rettifiche dell'ultimo momento
Graduatorie di Istituto

Supplenze Gps, preoccupazione per le rettifiche dell’ultimo momento

Il balletto delle supplenze Gps, tra mille difficoltà, ha portato la gran parte delle province a completare le convocazioni in tempo per oggi 13 settembre, data simbolica del rientro in classe per quasi tutte le scuole italiane. Tuttavia in alcune province c’è ancora da sistemare qualcosina, e non sono escluse delle modifiche dell’ultimo momento che potrebbero provocare ancora un po’ di confusione. Le rettifiche sono ancora possibili, e sono gli stessi uffici scolastici a darne notizia. Uno dei casi emblematici è quello di Roma, una delle province dove l’algoritmo ha avuto più difficoltà a dare esiti certi.

Molte segnalazioni

Non sono poche infatti le segnalazioni di docenti che hanno ricevuto assegnazioni su cattedre corrispondenti a ultime scelte nella domanda, mentre poi sono risultate cattedre disponibili indicate come prime scelte che non sono state assegnate o sono state assegnate a candidati da seconda fascia GPS. In questo caso è utile segnalare l’errore sia all’Atp che alle scuole interessate, nonchè ai sindacati.

E’ la conferma che nonostante tutte le revisioni e le correzioni, qualcosa ancora è sfuggito nel corso della verifica degli errori delle assegnazioni automatiche da algoritmo. Nel frattempo la cosa migliore è prendere servizio, in modo da non incorrere in sanzioni. Qualora gli uffici dovessero provvedere, come auspicabile, alla correzione delle segnalazioni, non sarà necessario rivedere tutto ma correggere solo le anomalie assegnando incarichi diversi ai soggetti protagonisti del disguido.

Precisazione utile per capire la procedura

In questo senso la FCL Latina ha inviato una precisazione utile a comprendere quale sia la procedura che si intende seguire. Si sta verificando infatti il caso in cui alcuni posti o spezzoni non sono stati coperti per esaurimento di tutte le graduatorie disponibili oppure perché le preferenze espresse dagli aspiranti presenti non lo hanno consentito. Le scuole interessate sono state già avvisate dai rispettivi Ambiti territoriali provinciali e dovranno procedere a nominare dalle graduatorie di istituto, giacché i posti e spezzoni in questione sono stati già offerti a tutti gli aspiranti presenti nelle graduatorie provinciali per le supplenze. Gli altri posti e spezzoni, quelli non elencati in allegato, sono stati offerti con contratto a tempo indeterminato, annuale o sino al termine, ad aspiranti individuati da questo Ufficio.

Preoccupazione per le rettifiche dell’ultimo momento

Nel caso in cui gli aspiranti individuati rinuncino esplicitamente o non si presentino a prendere servizio, o ci siano rettifiche dell’ultimo momento delle disponibilità per assegnazioni provvisorie tardive, che liberano posti, si provvederà a individuare nuovi aspiranti per coprire sia i posti lasciati liberi dalle rinunce (comprese quelle eventuali degli aspiranti destinatari di una proposta di immissione in ruolo) sia quelli derivanti da rettifiche tardive delle disponibilità. Nel frattempo, i posti in questione dovranno essere coperti con supplenze brevi chiamati dalle graduatorie di istituto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *