Concorso ordinario secondaria 2021: chi può partecipare, date e posti disponibili
Scuola

Concorso ordinario secondaria 2021: chi può partecipare, date e posti disponibili

Il concorso ordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado è uno dei più attesi e, secondo le indicazioni di fonti ministeriali degli ultimi giorni, sarà espletato entro fine 2021. Al prossimo concorso ordinario potranno partecipare anche i docenti Stem. Ricordiamo che si è trattato di una procedura molto controversa, che ha visto pochissimi vincitori rispetto alle necessità effettive delle cattedre vacanti. Al prossimo concorso ordinario potranno partecipare coloro i quali erano già iscritti e non hanno partecipato alla procedura già svolta. Ma anche coloro i quali hanno partecipato e non hanno superato la procedura già svolta.

Le polemiche

Ricordiamo che ci sono state moltissime polemiche per la difficoltà dei quesiti che ha permesso solo a una piccola parte dei candidati di superare la prova. Potranno prendere parte al concorso ordinario anche coloro i quali hanno partecipato e vinto la procedura. Per le classi di concorso Stem ci sarà dunque un trattamento diverso dalle altri classi di concorso, con un apposito decreto ministeriale che consentirà di riaprire i termini di partecipazione al concorso, con relativa presentazione delle domande da parte dei candidati.

Posti banditi

I posti banditi per il concorso saranno quelli non ancora assegnati con procedura già svolta. Ma potrebbero anche aggiungersene altri. I posti verranno ricalcolati in base ai posti vacanti e disponibili nei limiti individuati. Prima di questo decreto, sarà impossibile determinare con precisione il numero dei posti disponibili.

Le graduatorie

Le graduatorie del concorso STEM già svolto saranno pubblicate entro il 30 ottobre 2021. Andranno poi a comporre le immissioni in ruolo per l’anno scolastico in corso a meno che non si sfori il termine previsto. In quel caso, saranno impiegate negli anni scolastici successivi con priorità rispetto alle graduatorie delle procedure ordinarie. Se non basteranno i posti destinati annualmente alle assunzioni non siano sufficienti, verranno impiegate sino al loro esaurimento per le immissioni in ruolo dei vincitori anche negli anni scolastici successivi, nel limite delle facoltà assunzionali disponibili a legislazione vigente.

La sottosegretaria all’Istruzione Barbara Floridia assicura che quest’anno si svolgerà il concorso ordinario, senza però dare una data precisa: Quest’anno vedrà l’inizio del concorso ordinario per la scuola. Si tratta di una notizia attesa da oltre 500 mila candidati e soprattutto uno strumento su cui il MoVimento 5 Stelle ha lavorato senza sosta già a partire dal governo Conte 2”. Sono le parole della sottosegretaria all’istruzione Barbara Floridia, senatrice M5S.

5 commenti su “Concorso ordinario secondaria 2021: chi può partecipare, date e posti disponibili

  1. Non ho parole sempre più dittatura in Italia possibile che nessuno si arrabbi a certe differenze . Non è essere democratici siete veramente dei dittatori e non riconoscete i titoli fate delle differenze per chi ha gli stessi titoli in più volete professionalità e fate fare da assistenti ai bambini con problemi a personale non qualificato io non ho parole.fate troppe differenze e non si comprende il perché
    MOVIMENTO 5 stelle ma cosa state facendo avete predicato bene e state veramente razzolando malissimo
    Spero tra 2anni voi siate rasi al suolo e spero che il PD non si candidi con voi.non meritate niente genitori supplenti a vita costretti ad essere passati avanti e non sanno se questo anno potranno mantenere le loro famiglie.siete veramente ….

  2. io vorrei sapere se ci sono posti disponibili in Puglia precisamente nelle provincia di Taranto, Lecce e Brindisi per la classe di concorso a54 in storia dell’arte avendo una laurea in Beni culturali

  3. Il M5S è stata una delle più enormi delusioni di questo paese, un manipolo di morti di fame che si sono subito dimenticati da dove provenivano, ammaliati dal canto delle sirene rappresentato da privilegi, lauti stipendi e pensioni d’oro. Hanno parlato di meritocrazia che é valsa solo per il popolo, barricandosi dietro il reddito di cittadinanza che altro non è stato che un enorme strategia per creare una nuova forma di clientelismo 2.0 volta a racimolare i voti degli ultimi. Anche io da deluso sostenitore attendo trepidante che vengano rasi al suolo politicamente. Concorsi enormemente non meritocratici fatti sulla base del nozionismo teorico fine a se stesso che difficilmente donerà alle future generazioni insegnanti degni di questo nome. Precari utilizzati come clinex da gettare via una volta terminata la funzione di tenuta sociale dell’istituzione scolastica e del sistema Paese cui sono destinati. Concorsi diventati miraggi insostenibili, malgrado in Europa dopo tre anni di servizio i lavoratori del pubblico impiego debbano essere assunti a tempo indeterminato. L’importante è che l’ex ministro della pubblica istruzione 5s sia diventata preside con un concorso su cui indagano le procure di mezza Italia. Non ci sono parole per descrivere il disprezzo politico che provo per i politici di questa fazione che supera di gran lunga quello per tutti gli altri.

  4. Docenti che insegnano da 8/10/15 anni e ancora concorsi? Bisogna rispettare la direttiva europea 70/99. I docenti vanno stabilizzati

  5. Concorso patacca e poi sanatorie varie ,il tutto contro ciò che vorrebbe l’Europa..la realtà è che nessuno si dovrebbe presentare a questi concorsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *