Nuovo concorso straordinario 2021: quando si svolgerà e posti disponibili
Scuola

Nuovo concorso straordinario 2021: quando si svolgerà e posti disponibili

Le domande per le supplenze da Gps continuano a essere inoltrate su Istanze Online, e al momento le stime parlano di 42mila docenti già nominati in ruolo. Sui totali 112.473 docenti autorizzati dal Mef, ne restano dunque da assegnare ancora 70.000. In questo senso, si attende il dettaglio delle disponibilità per provincia, che il Ministero ha indicato debba essere pubblicata dagli Uffici Scolastici entro domani 13 agosto. Sarà la volta poi della conta dei posti ancora vacanti, che farà scattare l’attivazione del nuovo concorso straordinario.Nuovo concorso straordinario 2021: quando si svolgerà e posti disponibili

Posti disponibili, quando ne sapremo di più

L’obiettivo è bandirlo entro dicembre 2021, e che metterà in palio i posti residui dalle fasi ordinaria e straordinaria delle assunzioni 2021/22. Non è dunque possibile al momento stabilire quali siano le classi di concorso interessate e il numero di posti residuo. Completate le operazioni di immissioni in ruolo, il quadro sarà completo.

Avranno diritto a prendere parte al nuovo concorso straordinario 2021 gli insegnanti con un servizio di almeno “tre annualità anche non consecutive negli ultimi cinque anni scolastici“. Di questi tre anni, uno deve essere specifico. La prova disciplinare, come detto, sarà svolta entro il 31 dicembre 2021 e consentirà di realizzare una graduatoria di merito regionale.

Assunzione a tempo indeterminato: quando

Per i vincitori ci sarà un percorso di formazione a pagamento. Periodo che sarà sottoposto a valutazione tramite prova conclusiva. In caso di successo, scatterà l’assunzione a tempo indeterminato dal 1° settembre 2022 sui posti vacanti e disponibili. L’anno dopo sarà svolto dai vincitori un anno di formazione e prova.

Ci sono circa 112mila posti da assegnare. L’immissione in ruolo verrà spalmata in un biennio. Precedenza sarà data, il primo anno, all’assegnazione di tutti i posti possibili in base alle graduatorie vigenti. L’anno dopo invece sarà il turno dell’assegnazione dei posti residui del 2021/22 più quelli autorizzati per l’anno corrente.

La sede dipenderà dalla disponibilità, ma cercherà di rispettare l’ordine delle preferenze indicate dal candidato, in ordine gerarchico rispetto alla posizione ottenuta in graduatoria. Si possono esprimere preferenze limitatamente a Scuola, Comune, Distretto.

Leggi anche: Decorrenza giuridica concorso straordinario: efficacia su vincolo e stipendi

Per cosa si può partecipare

Se si concorre per la scuola primaria, viene data l’opportunità di partecipare anche per i posti speciali e metodi differenziati. A questi posti si ha diritto unicamente se si può vantare lo specifico titolo da dichiarare nella sezione “Insegnamenti”. Se si concorre invece per la Scuola secondaria di I e II grado è possibile esprimere preferenza anche per le cattedre orario esterne con completamento all’interno del comune o tra comuni diversi.

Alle supplenze annuali o fino al termine delle attività didattiche, prendono parte tutti i docenti inseriti nelle GAE e nelle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) di prima fascia, elenchi aggiuntivi e seconda fascia. Se un docente risulta nell’elenco di GAE e GPS in province diverse partecipa all’attribuzione in ognuna delle province di inserimento in graduatoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *