Scuola

Toglie stomaco per errore a paziente: 2 anni al chirurgo e 300mila€ di risarcimento

E’ stato condannato a 2 anni di carcere, senza sospensione, per lesioni colpose gravissime il chirurgo ritenuto colpevole di aver asportato a una donna lo stomaco “per errore”. L’asportazione era stata effettuata sulla base di una sbagliata “diagnosi di tumore maligno”. Per il chirurgo che nel 2016 aveva asportato con un’operazione lo stomaco alla MultiMedica di Sesto San Giovanni, in provincia di Milano, a Monza è arrivata la condanna a due anni.

La sentenza è stata emessa dal giudice Angela Colella. Secondo la sentenza, Valerio Ceriani, che aveva effettuato l’intervento come primo operatore, subirà anche l’interdizione dall’esercizio della professione, sempre per 2 anni. Il chirurgo e il responsabile civile Multimedica spa dovranno inoltre versare un risarcimento di 300 mila euro alla donna operata per errore e 20 mila euro al marito. Nessuna responsabilità rinvenuta invece nei confronti della dottoressa che aveva preso parte all’intervento come secondo operatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *