Cultura generale

Meghan showgirl di Harry: la biografia non autorizzata scuote il Palazzo Reale

Spuntano nuove scomode indiscrezioni su alcuni dettagli della vita reale e dei rapporti tra i suoi protagonisti. Secondo la scottante biografia non autorizzata ‘Finding Freedom’, che sta già facendo molto scalpore, alcuni membri della famiglia reale britannica erano soliti chiamare la moglie del principe “La showgirl di Harry con un passato scomodo”.

Alcuni passaggi in esclusiva stanno facendo la loro comparsa sul Times e la eco delle indiscrezioni non sta tardando a produrre i suoi effetti. Perchè si svela un background fatto di poco rispetto e molte offese da parte della Corte nei confronti di Harry.

Gli autori del libro Omid Scobie e Carolyn Durand non hanno dubbi. A essere particolarmente critico nei confronti del fratello minore, e scettico sulla bontà del rapporto con la sua fidanzata, era William che spingeva Harry a ponderare bene l’opportunità dell sua frequentazione con Meghan, consigliandogli di non “avere fretta” e “prendersi tutto il tempo necessario per conoscere questa ragazza”.

Un punto di vista che non è piaciuto a Harry, convinto che il fratello maggiore in queste considerazioni fosse guidato da “snobismo” verso l’attrice.

In queste considerazioni William era spalleggiato da Kate Middleton, che lo avrebbe dimostrato con scarso interesse nei confronti di Meghan, cosa non sfuggita a quest’ultima, e cosa di cui proprio Meghan soffriva molto.

Nessun consiglio per lei per la sua nuova difficile vita a palazzo, anche dopo il matrimonio. Il libro sostiene che “Kate riteneva di non avere molto in comune con Meghan se non il fatto che vivevano entrambe a Kensington Palace”. La moglie di Harry sapeva di essere ritenuta “aggressiva e troppo esigente”, al punto che ‘Duchessa Difficile’ era diventato il soprannome a lei riservato a Corte. “Etichette – secondo Meghan – che vengono affibbiate in Gran Bretagna alle donne di colore”.