Stanno studiando insieme, all’improvviso l’accusa e la follia

Un ragazzo di 14 anni è stato arrestato per aver pugnalato a morte il suo compagno di classe di 13 anni dopo averlo accusato di aver nascosto il suo libro di testo.

L’incidente è avvenuto nella città di Tokorozawa nella prefettura giapponese centro-orientale di Saitama e la vittima di 13 anni è stata identificata come Kotaro Hongo.

Il corpo del ragazzo è stato trovato vicino alla casa del sospettato con ferite da taglio alla parte superiore del corpo, secondo la polizia locale.

La polizia ha anche detto che il ragazzo quattordicenne, il cui nome viene secretato perché minorenne, ha ammesso di aver pugnalato il suo compagno di classe.

Un portavoce della polizia ha detto: “Una lite su un libro di testo si è trasformata in un vero combattimento”.

I rapporti dicono che i due amici stavano studiando per gli esami insieme a casa del sospetto quando improvvisamente accusò Hongo di nascondere uno dei suoi libri di testo.

La vittima ha negato l’accusa ed è iniziata una rissa. La nonna del sospetto era in casa al momento del presunto accoltellamento.

Un compagno di classe che stava per incontrarli trovò la giovane vittima distesa davanti alla casa e chiese a un vicino di chiamare i servizi di emergenza, cosa che fecero verso le 16.50.

Secondo i media locali, il sospetto ha detto ai poliziotti che la vittima si era “uccisa”, ma in seguito ha confessato di averlo pugnalato.

Secondo quanto riferito, gli agenti hanno trovato il coltello che era stato usato, e che secondo loro era stato ocucltato in un apparente tentativo di nascondere le prove.

I due ragazzi si conoscevano da prima di iniziare la scuola e sono stati membri dello stesso club di tennis da tavolo.

L’inchiesta è in corso.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.