Insegnante va in Africa per costruire una scuola, ma il suo destino è sconvolgente

Queste immagini mostrano la bella insegnante morta (10 studenti feriti) in un incidente di minibus mentre svolgevano attività umanitarie in Costa d’Avorio.

La famiglia reale spagnola ha inviato le condoglianze alla famiglia della donna di Barcellona dopo l’incidente.

Secondo i rapporti, 10 ragazzi tra i 17 e i 20 anni sono rimasti feriti nell’incidente sulla via per la capitale centrale della Costa d’Avorio, Yamoussoukro.

In totale, Teresa Cardona, 43 anni, ha accompagnato 27 studenti delle scuole superiori e universitari per prendere parte al lavoro umanitario nella capitale del paese.

Avevano viaggiato da Barcellona alla capitale economica meridionale del paese africano, Abidjan, quando due minibus partirono per Yamoussoukro dove progettarono di rimanere in un centro cattolico fino al 6 luglio.

Lungo la strada, una ruota è uscita da uno dei minibus e si è rovesciata per strada, secondo quanto riferito.

Un supervisore ha detto ai media locali: “Si sono subito resi conto che Teresa era morta”.

“Le ambulanze sono arrivate rapidamente e i rappresentanti dell’ambasciata spagnola sono andati con noi all’ospedale.

Ha anche detto che l’autista è rimasto ferito e che l’incidente non è “colpa sua”.

L’insegnante di 43 anni è stata l’unica vittima, sebbene 10 studenti abbiano riportato ferite lievi.

Era il secondo anno consecutivo che il gruppo si era recato in Costa d’Avorio per portare avanti il ​​lavoro umanitario e aiutare a costruire una scuola, secondo quanto riferito.

La casa reale spagnola ha inviato un messaggio su Twitter che ha offerto le “condoglianze e il sostegno alla famiglia di Teresa Cardona”.

Il messaggio ha anche offerto agli studenti del Colegio Mayor Bonaigua “una pronta guarigione”.

Non è chiaro se le autorità locali stanno indagando sull’incidente.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.