Non le fanno il regalo di fine anno: maestra ne dice di tutti i colori agli alunni

Portrait of two schoolchildren sitting by one desk during drawing lesson while boy looking at his mate’s copybook and girl watching at him

E’ finito malissimo l’anno scolastico per i bambini della terza elementare della scuola “La Masa” del presso “Politeama”. La loro maestra li avrebbe rimproverati aspramente per non averle fatto il consueto, ma non obbligatorio, regalo di fine anno. I piccoli alunni hanno raccontato ai loro genitori di essere stati aggrediti verbalmente dalla maestra, che li ha accusati di essere stati “avari” a suo dire.

La maestra avrebbe detto: “Mi auguro che da grandi non sarete come i vostri genitori che vi stanno dando dei cattivi esempi“, dopo aver ricevuto il regalo di fine anno da soli due alunni su 16. La maestra avrebbe anche rifiutato il dono di un altro alunno, che avrebbe confezionato con le sue mani un segnalibro. A quel punto, l’alunno sarebbe scoppiato in un fragoroso pianto.

Accuse anche per un quarto bambino, accusandolo di essersi ritirato dal gruppo dei partecipanti al regalo. Avrebbe poi detto di essere contenta di diventare preside, per non rivedere più né loro né i loro genitori. La vicenda ha destato la protesta dei genitori dei bambini che hanno denunciato il comportamento della docente alla dirigente scolastica e al direttore dell’ufficio scolastico regionale, chiedendo un immediato intervento.

I genitori degli alunni mortificati sono pronti ad intraprendere un’azione legale nei confronti della maestra. Venerdì scorso, alla lezione della maestra “arrabbiata” non c’era praticamente alcun alunno. I genitori ora chiedono che la maestra venga rimossa dal suo incarico, fino alla fine dell’anno. Va anche detto che pare non fosse la prima volta che i comportamenti della maestra venivano segnalati dai genitori.

A Pasqua, la docente aveva definito maleducati i genitori dei suoi giovani alunni, che non le avevano fatto gli auguri.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.