Graduatorie II e III terza fascia: titoli e punteggi irregolari, scattano i controlli

Graduatorie II e III terza fascia: titoli e punteggi irregolari, scattano i controlli

Sono in corso controlli sulle Graduatorie di II e III terza fascia per verificare se siano fondati i sospetti circa la regolarità di titoli e punteggi.

L’ipotesi è quella che ci siano graduatorie precari falsate per dare le supplenze ai familiari. Il caso è nato da un istituto calabrese, ma la notizia ha indotto chi di dovere ad approfondire i controlli, per garantire regolarità ai diretti interessati, aspiranti docenti e Personale ATA.







Il caso spinge a controllare le domandee a pensare di rivedere le modalità di verifica, considerato che al momento il controllo delle domande è affidato alle segreterie scolastiche.

Al moment il sistema deve fare i conti con personale alle prese con molte altre incombenze, con la conseguenza che le scadenze diventano difficili da rispettare e che non c’è nessuna indicazione sulla valutazione controversa di alcuni titoli.

Il risultato è che la trasparenza latita e non è detto che ci siano graduatorie “pulite”.

“Abbiamo fatto richiesta all’ATP di Cosenza di verificare le dichiarazioni dei titoli e dei punteggi degli aspiranti alle supplenze dalle graduatorie di istituto per alcune classi di concorso di cui avevamo avuto il sospetto di qualche irregolarità sia nella dichiarazione dei titoli che dei punteggi” affermano in una nota Giuseppe Guido Segretario Generale Camera del lavoro Pollino- Sibaritide -Tirreno, Umberto Calabrone Segretario Generale Camera del lavoro di Cosenza e Pino Assalone – segretario provinciale della FLC-CGIL

I sindacalisti hanno quindi richiesto all’Ufficio scolastico regionale di attivarsi perché in tutte le province scatti un’operazione di ricontrollo e verifica dei punteggi, sia per le graduatorie ATA che docenti.

I controlli sulle graduatorie ATA sono già iniziati in Lombardia e Piemonte, ma dovrebbero allargarsi a macchia d’olio su tutto il territorio interessato.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.