Immissioni in ruolo insegnanti 2021: scelta provincia e classe
Scuola

Immissioni in ruolo: nuove graduatorie entro il 30 luglio 2019

Come avverranno le immissioni in ruolo in seguito all’imminente concorso straordinario per la scuola dell’infanzia e primaria, riservato ai diplomati magistrale entro l’a.s. 2001/02 e ai laureati in SFP con due anni di servizio specifico negli ultimi otto?

I candidati verranno inseriti in una graduatoria di merito straordinaria regionale. La compilazione delle graduatorie di merito è di competenza delle rispettive commissioni.

Le commissioni procedono alla compilazione delle GM dopo la valutazione della prova orale e dei titoli.

Ciascuna graduatoria comprende tutti i docenti partecipanti, in quanto la procedura non è selettiva.







Le graduatorie sono approvate con decreto del dirigente preposto
all’USR entro il 30 luglio 2019.

Le graduatorie approvate sono trasmesse al sistema informativo del Miur e sono pubblicate nell’albo e sul sito internet dell’USR, nonché sul sito internet del Ministero.

Le graduatorie, leggiamo nel decreto, sono utilizzate annualmente, nei limiti indicati dall’art. 4, comma 1-quater lettera b), della legge n. 96/2018:

“b) concorso straordinario, bandito in ciascuna regione, al quale, al netto dei posti di cui alla lettera a) , è destinato il 50 per cento dei posti di cui all’alinea sino a integrale scorrimento di ciascuna graduatoria regionale; ciascuna graduatoria regionale è soppressa al suo esaurimento;”

I limiti riguardano la percentuale di posti destinata alla procedura, ossia il 50% da dividere con il concorso ordinario.

Ecco le percentuali di immissione in ruolo nei prossimi anni:

il 50% dei posti sarà assegnato alle GAE (qualora esaurite i posti residui si aggiungono a quelli destinati ai concorsi);
il 50% dei posti sarà assegnato ai concorsi secondo le percentuali e l’ordine seguente:
– con priorità al concorso 2016;
– qualora residuino posti, al concorso straordinario e al nuovo concorso ordinario con quote del 50% ciascuno.
Graduatorie di merito ad esaurimento
Le graduatorie, leggiamo nel decreto, sono utilizzate, secondo quanto detto sopra, sino al loro esaurimento. Pertanto, i docenti inseriti nelle GM saranno tutti immessi in ruolo, sebbene con tempi diversi a seconda dei posti disponibili e quindi della regione di partecipazione.

L’immissione in ruolo da una delle graduatorie di merito straordinarie regionali (vi saranno, infatti, candidati inseriti nelle GM primaria e infanzia) ha come conseguenza la decadenza dalle altre graduatorie del presente concorso, dalle graduatorie di istituto e dalle graduatorie ad esaurimento.

La rinuncia al ruolo da una delle graduatorie di merito straordinarie regionali comporta la decadenza soltanto dalla relativa graduatoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *