Concorso scuola: entro Natale bando reclutamento abilitati o iscritti Gae e seconda fascia graduatorie di istituto

La Ministra Fedeli ha annunciato alla stampa che entro Natale sarà pronto il primo bando per il reclutamento tutti gli abilitati o iscritti nelle Gae e nella seconda fascia delle graduatorie di istituto che potranno inserirsi in una nuova graduatoria regionale di merito, da cui poi attingere a settembre per le immissioni in ruolo sui posti disponibili.







“Link coordinamento universitario” pone alcune domande chiave in quest’ottica:

Quando uscirà il concorso FIT? Non possiamo continuare ad attendere: migliaia di lavoratori, studenti e laureati vogliono avere tempi certi e sapere con esattezza quando verrà emesso anche il secondo bando, quello per il reclutamento dei precari che hanno già svolto 36 mesi di servizio, ed il terzo, con cui si darà avvio al vero e proprio concorso/corso FIT.

Concorso scuola 2018: fra un mese il bando per docenti abilitati

Chi decide i dettagli del FIT? Se per l’emanazione delle deleghe de “la buona scuola” non si è svolto alcun confronto aperto con sindacati ed associazioni, non è possibile perpetuare ancora questo metodo. Pretendiamo, infatti, un confronto aperto, che a partire da questa assemblea, permetta sin da subito di esaminare insieme i tanti punti ancora poco chiari rispetto allo svolgimento del FIT.

Quanti posti saranno disponibili per il terzo bando? Pensiamo sia necessario immaginare una scuola diversa e migliore, in cui i gli studenti non siano ammassati in classi pollaio sovraffollate e i docenti vadano in pensione ad un’età degna. Per far questo è necessario investire nella scuola ed aumentare il numero dei professori in ruolo.

Quale tipologia contrattuale avranno i corsisti FIT e quale sarà la loro retribuzione? Ad oggi a queste importanti domande non c’è ancora alcuna risposta. Si vocifera una retribuzione di circa 400 euro al mese per il primo anno; una cifra del tutto insufficiente che non permette il sostentamento ed anzi, imporrà una selezione di partenza per i futuri corsisti. Lo diciamo con chiarezza: urge nella legge di stabilità in discussione un aumento della retribuzione! Vogliamo che questa sia equiparata alle altre tipologie di specializzazione, come quella medica.

24 cfu insegnamento: come ottenerli

Chi organizzerà i corsi FIT? Chi controllerà lo svolgimento dei percorsi? Il coordinamento e il monitoraggio dei percorsi FIT, riguardo ai corsi per il conseguimento dei crediti, il ruolo dei tutor e le modalità di svolgimento degli esami e delle verifiche intermedie, sarà svolta da una Conferenza Nazionale per la formazione iniziale e l’accesso alla professione docente. Nel periodo transitorio in cui si dovrà sviluppare l’organizzazione dei corsi sarà necessario integrare la composizione della Conferenza con i rappresentanti degli studenti, e nel periodo di monitoraggio con una rappresentanza dei corsisti. Riteniamo inoltre necessario garantire a tutti i corsisti diritto di voto per l’elezione della propria rappresentanza in Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari.

Pubblico Impiego: via al concorso da 1400 posti per i Tribunali

FIT: 24 CFU dopo il concorso, servizio valido come tirocinio, 3 anni di servizio utili per il ruolo

Concorso dirigente scolastico: requisiti, libri e bando







Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.