Graduatorie di istituto sbagliate: mancano centinaia di supplenti dopo un mese di lezione

Il caos delle graduatorie di istituto sbagliate continua a mettere a rischio la regolarità dell’anno scolastico. L’ultimo caso è quello di Pordenone per 42 scuole, caso che ricorda moloto da vicino qanto accaduto già in tante altre province.

Le graduatorie di istituto pubblicate ieri e subito utilizzate dalle segreterie per la nomina dei supplenti, sono state ritirate nel corso della mattinata.

Supplenze scuola 2017/18: Milano cerca 7000 docenti







Il Ministro Fedeli assicura che non c’è il caos nelle scuole per l’avvio dell’anno scolastico, affermando che “Sono stati riscontrati problemi solo in pochi e circoscritti casi, meno di quelli che ci si potrebbe attendere se pensiamo che stiamo parlando di una operazione che coinvolge quasi 8 milioni di alunni e più di un milione tra dirigenti, docenti e ATA”.

Bando concorso dirigente scolastico 2017: prime prove a settembre

Secondo il Ministro “Eventuali cattedre ancora scoperte sono il fisiologico risultato delle rinunce da parte di docenti che, dopo aver accettato in prima battuta il posto, avendone ottenuto un altro per loro preferibile, rinunciano al primo”.

Scarica modello di reclamo per graduatorie di istituto 2017

I fatti però sembrano diversi: a Pordenone infatti il Dirigente Basso spiega che “a questo punto siamo di fronte a un altro inizio di anno scolastico difficile nonostante la buona volontà degli uffici periferici. Mi dispiace per gli studenti che non hanno gli insegnanti in classe”.

Oggi l’Ufficio Scolastico ha comunicato che le nuove graduatorie, da cui conferire contratti definitivi, saranno pubblicate il 16 ottobre.

Graduatorie di istituto: pubblicazione a Roma e Milano. Come fare reclamo

Concorso 2018 scuola 24 CFU: esami lauree vecchio ordinamento varranno 6 CFU

Supplenze scuola 2017/18: Milano cerca 7000 docenti







Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.