Concorso Cancellieri

Il nuovo bando relativo al concorso cancellieri 2016/2017 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Tutti coloro che sono interessati a presentare la domanda d’iscrizione al concorso, devono farlo entro il 22 dicembre. Adesso è il momento di dedicarsi alla preparazione concorso cancelliere per essere sicuri di non arrivare preparati all’evento. Fondamentale, inoltre, conoscere le materie da studiare, i libri e anche i requisiti di accesso.

Partiamo dalla cosa più importante: è bene sapere che la domanda d’iscrizione al concorso cancellieri potrà essere inoltrata dai candidati esclusivamente per via telematica.




I candidati interessati dovranno quindi collegarsi sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia.


Qui la guida per la compilazione della domanda.

Il bando di concorso pubblico prevede 800 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Assistente giudiziario, Area funzionale  seconda, fascia economica F2, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia – Amministrazione giudiziaria.

Tutti i candidati interessati che vogliono presentare la domanda d’iscrizione alla procedura concorsuale, possono farlo entro il 22 dicembre 2016.

Requisiti per l’ammissione

Ma vediamo ora quali sono i requisiti d’accesso e dunque chi può partecipare al concorso cancellieri.

1) diploma di istruzione secondaria di secondo grado quinquennale o altro diploma dichiarato equipollente o equivalente dalle competenti autorità, oppure titolo di studio superiore, riconosciuto ai sensi della normativa vigente;

2) età non inferiore a diciotto anni;

3) cittadinanza italiana;

4) godimento dei diritti civili e politici;

5) idoneità fisica all’impiego, da intendersi per i soggetti con disabilità come idoneità allo svolgimento delle mansioni di assistente giudiziario di cui al vigente ordinamento professionale;

6) qualità morali e di condotta di cui all’art. 35 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

Non possono partecipare al concorso coloro che siano stati destituiti o licenziati a seguito di procedimento disciplinare, o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero coloro che siano stati dichiarati decaduti da un impiego pubblico per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi, o interdetti dai pubblici uffici per effetto di sentenza passata in giudicato.




L’Amministrazione provvederà d’ufficio ad accertare le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego, nonchè il possesso del requisito della condotta e delle qualità morali.

I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione al concorso.

Presentazione delle domande telematiche

I candidati interessati a partecipare al bando dovranno inoltrare la domanda d’iscrizione esclusivamente per via telematica.

E’ necessario compilare l’apposito modulo (FORM) entro il 22 dicembre 2016.

Il modulo della domanda (FORM) e le modalità operative di compilazione ed invio telematico sono disponibili sul sito del Ministero della giustizia.

Una volta inoltrata la domanda, ciascun candidato dovrà salvarla, stamparla, firmarla, scansionarla in formato pdf unitamente alla fotocopia, fronte e retro, di un idoneo documento di riconoscimento in corso di validità ed inviarla telematicamente.

A questo punto il sistema vi invierà una ricevuta di inoltro. All’interno sarà indicato il numero identificativo della domanda.

Tale domanda dovrà essere presentata in sede il giorno delle prove scritte.

concorso cancellieri

Prove scritte

Il concorso consiste in due prove scritte e in un colloquio.

La prima prova scritta consiste nella somministrazione di 60 domande a risposta multipla, aventi ad oggetto: elementi di diritto processuale civile.

Risposta esatta: punteggio positivo di 0,50;

Risposta errata: punteggio negativo di 0,15;

Risposta omessa: nessun punteggio.

Per questa prima prova scritta del concorso cancellieri è assegnato un un punteggio massimo di 30 punti. Il punteggio minimo per superare la prova è di almeno 22,5/30.

La seconda prova scritta consiste nella somministrazione di 60 domande a risposta multipla, aventi ad oggetto: elementi di diritto processuale penale.

I criteri dei punteggi sono uguali alla prima prova.

Le due prove si terranno in successione e con un unico tempo di 150 minuti per il loro svolgimento, con modalità che verranno successivamente indicate.

Colloquio

Saranno ammessi al colloquio tutti i candidati che avranno superato entrambe le prove scritte con punteggi non inferiori a quelli indicati nel bando.

Il colloquio verterà sulle stesse materie delle prove scritte nonchè su elementi di Ordinamento giudiziario, elementi di Servizi di cancelleria e nozioni sul rapporto di pubblico impiego alle dipendenze della pubblica amministrazione.

Nel corso del colloquio il candidato sarà sottoposto ad accertamento della conoscenza di una lingua straniera a scelta tra: francese, inglese, spagnolo e tedesco.

Durante la prova orale del concorso cancellieri sarà accertata la conoscenza dell’uso di apparecchiature e applicazioni informatiche più diffuse mediante una verifica attitudinale di tipo pratico.

Il candidato deve conseguire una votazione di almeno 21/30.

Libri di preparazione al concorso cancellieri

Ma come bisogna prepararsi per superare il concorso cancellieri. Per affrontare le due prove scritte a risposta multipla è necessario studiare dai libri di teoria ma allo stesso tempo esercitarsi con le simulazioni, le esercitazioni e i quiz.

Ecco qui sotto alcuni libri di preparazione.
[amazon kw= “CONCORSO CANCELLIERI – 800 ASSISTENTI GIUDIZIARI – MANUALE “]

[amazon kw= “Concorso funzionari di cancelleria. Teoria e quiz. Manuale per la preparazione”]

Come comprare libri online

Concorso scuola 2016 requisiti

Miur

Concorso Polizia

Concorso scuola

Concorso scuola 2016 cosa studiare

Esame avvocato 2016

Esami di stato 2016

FIT – Formazione Iniziale Tirocinio

Diploma magistrale abilitante

Concorso scuola 2016 bando