Graduatorie Gps e supplenze

Elenchi aggiuntivi Gps 2023: cancellazione dalle graduatorie comporta esclusione per l’intero biennio

La procedura di attribuzione delle supplenze Gps non è ancora conclusa, nonostante l’anno scolastico sia abbondantemente iniziato e sia ormai più vicino il Natale che l’inizio dell’anno stesso. Ma le operazioni si avviano a conclusione.

Elenchi aggiuntivi prima fascia Gps

L’interesse di molti aspiranti supplenti si sposta in questo momento sulla costituzione degli elenchi aggiuntivi alla prima fascia GPS, prevista per l’anno scolastico 2022/23. Si tratta di un passaggio interessante per arrivare al proprio obiettivo. Coloro i quali si sono iscritti in seconda fascia GPS nel 2022, anche se non hanno ottenuto incarichi per l’anno scolastico 2022/23, una volta conseguita abilitazione e/o specializzazione sostegno dovranno iscriversi negli elenchi aggiuntivi della stessa provincia.

In attesa della deroga per chi è iscritto in Gps, la cancellazione diventa un’opzione sia per chi vuole presentare domanda di messa a disposizione sia per chi vuole reinserirsi negli elenchi aggiuntivi alla prima fascia GPS per l’anno scolastico 2023/24. Questo consentirebbe di selezionare la provincia migliore sulla base del proprio punteggio e delle proprie esigenze personali.

La cancellazione dalle graduatorie

Una scelta che va ponderata bene, perchè se è vero che la cancellazione dalle Gps, in assenza di una deroga, comporta la rimozione di una serie di impedimenti ancora difficili da comprendere dal punto di vista normativo, è altrettanto vero che si tratta di una cancellazione che poi condiziona per tutta la durata delle attuali GPS, quindi il biennio 2022/24.

Lo scopo del ministero con la creazione delle graduatorie, è quello di creare un elenco valido e stabile per il biennio. Viene da sè che dunque l’entrare e l’uscire dalla graduatoria non può essere consentito senza che ci siano delle conseguenze.