Graduatorie Gps e supplenze

Supplenze Gps 2022: fumata nera dal ministero, niente deroga Mad e correzione errori algoritmo rimandata al prossimo anno

Come previsto, il ministero non ha intenzione di apportare modifiche significative alla procedura di attribuzione delle supplenze Gps tramite algoritmo nel corso dell’attuale sessione. Per questo si può parlare di delusione fino a un certo punto da parte di sindacati e docenti interessati, dal momento che non era ipotizzabile una rivoluzione in corsa ad anno scolastico iniziato e con un numero ingente di cattedre già assegnate.

Tutto rimandato all’anno prossimo

La conferma è arrivata nel corso dell’ultimo incontro tra Ministero dell’Istruzione e sindacati (Flc Cgil, Cisl, Uil, Snals, Anief, Gilda) sulle supplenze da Gps e l’algoritmo. Il ministero ha preso atto delle criticità fatte notare dai sindacati, ma qualunque aggiustamento potrà solo essere attuato a partire dal prossimo anno.

“Quel che è stato fatto non si modifica. Si tratta di incontri per affrontare le criticità della piattaforma in vista della prossima procedura” riferiscono fonti sindacali.

A rendere ancora più improbabile un intervento in corsa, il fatto che qualunque decisione dell’attuale ministero andrebbe poi ridiscussa con quello che entrerà in carica nelle prossime settimane, non appena verrà formata la prossima squadra di Governo.

Niente deroga Mad

“Essendo incontro tecnico finalizzato solo alle migliorie della gestione informatizzata delle GPS – fa sapere Anief –, il Ministero si è riservato di dare risposta sulle proposte nelle prossime settimane e si è rinviato ad altro incontro la revisione, più volta chiesta da Anief, dell’intera regolamentazione delle supplenze che troppo spesso si è rivelata eccessivamente stringente (vedi sanzioni e tempistiche) rispetto ai reali benefici di gestione delle procedure”.

La notizia è che il ministero conferma l’intenzione, per il momento, di non concedere alcuna deroga alla possibilità di presentare MAD per coloro che sono inseriti nelle graduatorie. Difficile a questo punto che qualcosa accada nelle prossime settimane, considerato che la procedura di assegnazione delle cattedre si avvia ormai verso la sua conclusione.