Graduatorie Gps e supplenze

Annullare inoltro domanda Gps: in caso di errore o di modifica delle esigenze, è possibile invalidare l’invio procedendo con la nuova compilazione della domanda

Ci sono ancora circa dieci giorni di tempo per presentare domanda telematica, sul sito Istanze Online, utile all’attribuzione delle supplenze al 30 giugno e al 31 agosto. La domanda è valida anche per l’attribuzione degli incarichi annuali su sostegno finalizzati al ruolo. Il termine ultimo individuato dal ministero è il 16 agosto, e al momento non è prevista alcuna proroga nonostante l’attivazione della domanda sul sito Istanze Online sia partita con qualche ora di ritardo rispetto al previsto.

Proroga di qualche ora della scadenza?

Al momento la scadenza, come da programma, è fissata per le ore 14.00 del 16 agosto 2022. I sindacati con ogni probabilità chiederanno di recuperare le cinque ore perse in fase di avvio della procedura, spostando la chiusura delle operazioni alle 19 dello stesso giorno.

La procedura serve anche agli aspiranti inseriti nella prima fascia delle GPS sostegno per partecipare all’attribuzione degli incarichi finalizzati al ruolo. La domanda è unica, sarà poi compito dell’algoritmo elaborare le istanze separatamente, dando precedenza al conferimento degli incarichi finalizzati all’assunzione con contratto a tempo indeterminato. In seconda battuta, saranno analizzate le domande utili all’assegnazione delle supplenze annuali (al 31/08) e sino al termine delle attività didattiche (al 30/06).

Annullare l’inoltro

La prima cosa da scegliere è la provincia e le relative graduatorie, seguendo le indicazioni del sito che propone tutte le inclusioni in graduatoria valide e le raggruppa per provincia.

Dopo l’inoltro della domanda, potrebbe succedere che un candidato nel visualizzare il pdf che vale come ricevuta, si accorga di aver commesso un errore nella compilazione, o in ogni caso potrebbero insorgere successivamente fattispecie che portino alla necessità di fare dei cambiamenti. In questo caso, sempre entro la scadenza fissata, è possibile annullare l’inoltro effettuato e poi procedere ad effettuarne uno nuovo.

Per fare questo, è necessario accedere nuovamente all’istanza, selezionare su “Annulla inoltro” e modificati i dati di interesse. A questo punto si può ricompilare l’istanza procedendo a un nuovo invio. Non ci sono limite alle volte in cui è possibile effettuare la procedura, purchè si rispetti la scadenza della finestra temporale.