Graduatorie di Istituto

Aggiornamento Gae 2022: le istituzioni scolastiche prescelte per l’inclusione nella prima, seconda e terza fascia devono trovarsi nella stessa provincia indicata per l’iscrizione in GPS

Dopo la procedura di aggiornamento delle proprie posizioni in GaE, i docenti aspettano l’inserimento nella prima fascia delle graduatorie di istituto (GI). L’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento prevede che abbiano validità biennale, ossia 2022/23 e 2023/24, in modo che si possano allineare il biennio di vigenza di GaE, GPS e relative graduatorie di istituto.

Le tre fasce

Dunque per il biennio 2022/23 e 2023/24 avranno validità le GaE e graduatorie di istituto di prima fascia, le GPS e le correlate graduatorie di istituto di seconda e terza fascia, le Graduatorie di istituto, che a loro volta si articolano in tre fasce:

nella prima sono inclusi i docenti inseriti in GaE;
nella seconda sono inclusi i docenti inseriti nella prima fascia delle GPS;
nella terza sono inclusi i docenti inseriti nella seconda fascia delle GPS.

Aggiornamento II e III fascia GI

La seconda e terza fascia delle graduatorie di istituto si aggiornano insieme alle GPS. Per perfezionare questo aggiornamento, i candidati devono compilare la sezione della domanda in modo da scegliere sino a 20 istituzioni scolastiche. I docenti della scuola dell’infanzia e primaria, nell’ambito delle predette 20 scuole, possono scegliere un massimo di 2 circoli didattici e 5 istituti comprensivi in cui dichiarare la propria disponibilità ad accettare supplenze brevi fino a 10 giorni.

L’aggiornamento delle Gps si chiude a fine maggio.

Le GaE sono state già aggiornate, invece la prima fascia delle GI no.

La procedura di aggiornamento

La provincia per prima, seconda e terza fascia delle graduatorie di istituto deve coincidere con quella delle GPS

L’aggiornamento dovrebbe partire a breve, in ogni caso entro settembre e dunque in estate.

Per procedere all’aggiornamento, gli aspiranti inclusi in GaE devono presentare domanda di scelta delle scuole, ove sono graduati in base all’automatica trasposizione dell’ordine di scaglione, di punteggio e di precedenza con cui figurano nelle corrispondenti graduatorie ad esaurimento;
nella domanda si possono indicare sino a 20 istituzioni scolastiche della provincia scelta, con il limite, per la scuola dell’infanzia e primaria, di 10 scuole di cui, al massimo, 2 circoli didattici (le indicazioni relative a istituti comprensivi si valutano, per la scuola dell’infanzia e primaria, solo entro il predetto limite di 10 istituzioni); è possibile, inoltre, indicare 2 circoli didattici e 5 istituti comprensivi, in cui l’aspirante si dichiari disponibile ad accettare supplenze brevi sino a 10 giorni, con particolari e celeri modalità di interpello e presa di servizio;
la domanda si può presentare per la medesima provincia di inserimento in GaE ovvero per una provincia diversa da quella delle GaE; in tal caso la provincia scelta per la prima fascia deve coincidere con quella di eventuale inserimento in GPS e nelle correlate graduatorie di istituto di II e III fascia; nel caso dei docenti inseriti nelle GaE di due province, l’istanza va presentata per la provincia scelta per il conferimento delle supplenze (da GaE);
la domanda si presenta esclusivamente in modalità telematica, tramite Istanze Online.