Graduatorie di Istituto

Laurea e 24 cfu è titolo abilitante: inserimento in prima fascia delle graduatorie Gps

Una nuova sentenza del Giudice del Lavoro di Fermo, conferma il valore abilitante della laurea più 24 cfu. In attesa di comprendere quale sarà il destino di questa tipologia di crediti universitari, definiti inadeguati dal ministro Bianchi e probabilmente destinati a scomparire per essere rimpiazzati dai 60 Cfu che abiliteranno prima della partecipazione ai concorsi, la giustizia conferma il loro valore abilitante se uniti alla laurea.

Inserimento di diritto nella prima fascia delle graduatorie Gps

Una sentenza che arriva dal Tribunale di Fermo per il ricorso “Laurea/diploma e 24 cfu” promosso da MSA (comparto scuola).

Con questa sentenza il giudice ha deciso di equiparare il titolo Laurea + 24 cfu ad altri percorsi abilitanti allo svolgimento della professione docente (quali PAS e TFA). Viene quindi riconosciuto in questo modo il diritto di una docente in possesso di Laurea e 24 crediti formativi ad essere inserita nella prima fascia delle graduatorie GPS in quanto abilitata.

Conferma dell’orientamento giuridico di numerosi tribunali

Questa sentenza non fa altro che proseguire sulla strada già intrapresa dall’orientamento giuridico di numerosi Tribunali, sancendo che l’inserimento a pieno titolo nelle GPS riservate agli abilitati vale per tutte le classi di concorso a cui dà accesso il titolo accademico posseduto.

“Si tratta di un’altra importante vittoria che conferma un preciso orientamento di numerosi Tribunali del Lavoro di tutt’Italia per quanto riguarda l’equiparazione tra titolo accademico con 24 cfu e abilitazione all’insegnamento” commenta il Prof. Luciano Scandura, responsabile del comparto scuola dell’Associazione MSA.

Ricorso unica strada

In attesa che queste sentenze portino a una norma che stabilisca in maniera definitiva il diritto all’abilitazione da parte di chi possiede laurea più 24 cfu, il ricorso resta l’unica strada per veder riconosciuto il proprio diritto.