Concorso scuola 2018 come prepararsi

E’ in arrivo il Concorso scuola 2018 per docenti abilitati e cresce l’attesa per sapere come prepararsi al meglio alla selezione. In attesa del bando vero e proprio in Gazzetta Ufficiale, anticipato dall’espletamento, sappiamo che le domande di partecipazione potranno essere presentate dalle ore 9.00 del 20 febbraio prossimo fino alle 23.59 del 22 marzo telematicamente, attraverso Istanze Online, con le modalità che verranno illustrate meglio ne sito che nei prossimi giorni il Miur predisporrà per organizzare al meglio il concorso.

La valutazione della prova orale e dei titoli sarà strutturata in modo che la Commissione abbia a disposizione un punteggio massimo pari rispettivamente a 40 punti e a 60 punti. La prova orale non prevede un punteggio minimo.

Come prepararsi al concorso scuola 2018

La prova orale è divisa in tre parti:

La prima parte è di natura didattico-metodologica e consiste in una lezione simulata e nella spiegazione delle scelte didattiche e metodologiche in relazione ai contenuti disciplinari e al contesto scolastico indicati dalla commissione.

La prova orale servirà anche a valutare la capacità di comprensione e conversazione nella lingua straniera prescelta dal candidato almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.

Nel caso in cui partecipiate al concorso per le classi di lingua straniera, la prova orale si svolge interamente nella lingua stessa. Compresa l’illustrazione delle scelte didattiche e metodologiche in relazione ai contenuti disciplinari indicati dalla commissione.

La Commissione assegna alla valutazione della capacità di comprensione e conversazione nella lingua straniera un punteggio massimo di 3 punti quale quota parte dei 40 disponibili.

Concorso scuola 2018 cosa studiare

La prova orale servirà anche a valutare la padronanza delle discipline in relazione alle competenze metodologiche e di progettazione didattica e curricolare. A tal fine, serviranno anche le valutazioni di competenze di tecnologie informatiche normalmente in uso presso le istituzioni scolastiche. Per le conoscenze informatiche la Commissione assegna un punteggio massimo di 3 punti quale quota parte dei 40 disponibili.

Per prepararsi al meglio all’esame orale, conviene approfondire lo studio delle metodologie didattiche, progettazione didattica e curriculare, inerenti la propria classe di concorso.

Tenete presente che ogni master di primo o secondo livello posseduto è valutato 1,5 punti (fino a un massimo di 3 titoli).

Essere in possesso di una certificazione linguistica C1 dà diritto a 6 punti, e una C2 a 9 punti.

Per le conoscenze informatiche, è bene avere un’adeguata preparazione sull’uso delle tecnologie in uso a scuola che potrebbero essere:

fondamenti ICT;
sicurezza informatica;
uso di internet;
uso di programmi di scrittura, fogli di calcolo, presentazioni multimediali;
uso della Lim.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.